ZEUS, IL CIGNO INVAGHITO DI LEDA

,

Sono innumerevoli le unioni di Zeus con donne mortali,

“nozze” soprannaturali e insiem carnali in cui il Dio,

nel suo gioco d’inganno e seduzione, assume forme d’animali.

Paolo Veronese – Il ratto di Europa

Ecco il mutaforme, trasformato in toro dal manto dorato

che emana un profumo più intenso dei fiori per, ve lo dico io,

ammaliare la giovan Europa; altrove lo troviamo, certo il dato,

in forma d’aquila per posseder Asteria, o di cigno per unirsi a Leda.

Clesinger – Leda e il cigno

Nel susseguirsi delle unioni metaforiche le forze della natura,

del cosmo e del mondo animale si intrecciano, centrando la meta,

con la vita umana. L’uovo deposto da Leda, su misura,

si schiude generando Elena, l’icona della bellezza che incanta,

quella che scatena la guerra di Troia in cui Omero canta

le gesta dell’eroe Achille. E non è un caso che il Piè-veloce

Evelyn De Morgan – Elena di Troia

e la bella, promessa da Afrodite a Paride (che mise in croce

la sua città decretandone la distruzione per via del pomo d’oro),

furono le figure di un vagheggiamento, di un sogno, bontà loro,

di poeti e viaggiatori con l’idea di una terra incantata

in cui si sarebbero conosciuti e amati dopo la morte per l’eternità.

Si racconta che la notte i due personaggi con ardente felicità

cantino, amandosi, la loro storia la loro storia nei secoli celebrata!

.

Sandro Boccia

.