Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Tonno al ragù

Nella tradizione gastronomica della Sicilia la distinzione tra cucina povera e ricca o nobiliare ha ormai un significato convenzionale. Ciò perchè‚ di fatto, molti piatti della cultura popolare sono passati nella categoria “superiore” e viceversa.
E’ il caso di questo secondo di pesce originario dell’isola di Favignana. La “tunnina” è la femmina del tonno ed è considerata di maggior pregio rispetto al maschio. Oltre al secondo, dal tonno si ricavano altre portate eccellenti.
In molte parti dell’isola, ma soprattutto nel trapanese, infatti, il ragù del tonno una gustosa salsa, ottima per condire la pasta o per “abbagnare” il pane.

.

.

INGREDIENTI
Per 6 persone:

  • 700 gr di tonno (un tocco)
  • 1 bicchiere d’aceto
  • 3 chiodi di garofano
  • 2 spicchi d’aglio tagliati a pezzetti
  • 7 pomodori
  • Olio d’oliva extravergine
  • Sale e pepe q.b.
  • origano
  • 1 cipolla
  • mezzo bicchiere di vino

.

Praticate nel tocco di tonno con un coltello appuntito dei piccoIi fori ed introducetevi i pezzetti d’aglio e i chiodi di garofano.
Tritate la cipolla e fatela imbiondire in un tegame con olio. Aggiungete il tonno e fatelo rosolare bagnando con il vino che lascerete evaporare. Unite i pomodori spellati, privi di semi e tagliuzzati, salate, pepate e aggiungete un pizzico di origano.
Dopo quindici minuti versate l’aceto, abbassate la fiamma ed ultimate la cottura. Servite freddo coprendo con la salsa.

.

Similar posts
  • Torrone (cubbàita)
    Non c’è festa popolare in Sicilia dove mancano i “turrunari”. Il torrone infatti è diffuso in tutta l’isola. L’origine del dolce è araba, come lo è anche la parola qubbayt, che in siciliano è diventata “cubbàita”. Originariamente era fatto con miele, mandorle e “giuggiulena”, semi di sesamo lasciati dagli arabi a Siracusa. Molte le varietà […]

    Rispondi