Tersicore (Terpsicore) è una delle nove muse della mitologia greca ed è la musa della danza e del canto corale. 

Tersicore era rappresentata coronata da una ghirlanda o da una corona e tenendo in mano un’arpa o un guscio di tartaruga formante una lira e sormontato da due corna di capra. Da Tersicore viene la parola tersicoreo che significa “legato alla danza”. È solitamente rappresentata seduta, mentre suona una lira, accompagnando con la sua musica le danzatrici.

Le rappresentazioni delle Muse sono molte: su vasi dipinti, monete, rilievi, affreschi di Pompei; per non parlare delle statue delle singole Muse.

L’ateniese Cleomene aveva eseguito per la città di Tespie statue delle Muse (Thespiades), che sono state trasportate a Roma da Mummio. Filisco di Rodi ha scolpito nella stessa Roma le nove Muse, che sono stati collocate nel portico di Ottavia.
Un bellissimo bassorilievo appartenente al Louvre che un tempo decorava le tre facce visibili di un sarcofago noto come il sarcofago delle muse, rappresenta le nove Muse.

Sarcofago delle Muse, 160 d.C. – Museo del Louvre

L’arte moderna ci offre molte rappresentazioni delle Muse.
L’assemblea delle Muse sul Parnaso, guidate da Apollo, è stata rappresentata da Tintoretto.
Le nove Muse sono state rappresentate da Eustache Le Sueur, in cinque tavole che sono ora al Louvre.
Ingres dipinse La nascita delle Muse, e Bouguereau, Apollo e le Muse dell’Olimpo per il soffitto del teatro di Bordeaux.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.