Tanogabo
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Talia, la musa della commedia e della poesia bucolica

Talia (Thalía o Tháleia) è una delle Muse, una figura della mitologia greca figlia di Zeus e Mnemosine. Talia è colei che presiede alla commedia ed alla poesia bucolica.

Talia in un dipinto di Jean-Marc Nattier (1739)

È associata anche alla più severa satira, nella Musogonia di Monti «e Talìa che l’errore flagella e ride» (v. 200).

Comunemente raffigurata come una ragazza dall’aria allegra, che porta una corona di alloro sul capo e tiene una maschera in mano e calza degli stivaletti.
È ritenuta la madre con Apollo dei Coribanti che, nella mitologia greca, sono sacerdoti della dea Cibele, che inventarono il tamburo a cornice e con esso crearono una musica basata sul ritmo ossessivo che doveva servire per curare l’epilessia e per sconfiggere la malinconia di Zeus.

Zeus affidò ai Coribanti il compito di custodire la culla di Zagreo, figlio di Persefone e Zeus, nella grotta Idea e colà essi gli danzavano attorno.

Similar posts