Tanogabo
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Articoli con tag Roma

Un pocker d’angoli di Roma: Pi...

di Sandro Boccia . PIAZZA ESEDRA . A piazza Esedra c’è un fontanone con quattro Naiadi ignude a pecorone: l’artista l’ha fatte proprio a perfezione nel dare a tutte una bella posizione. Ha messo poi al centro un uomo ardito che funziona giusto appunto da marito e questo Tritone con il suo pesce in mano […]

Pittura – Salvatore Rosa (1615 ...

Pittura – Salvatore Rosa (1615 – 1673)

Temperamento d’eccezione, incisore, poeta e musicista oltre che pittore, romantico ante litteram, Salvatore Rosa (Napoli 1615 – Roma 1673) fu il creatore di una particolare visione del paesaggio, dove lo scenario naturale è in funzione di un sentimento malinconico e fantastico. Iniziò la sua attività pittorica nell’ambiente napoletano, ma trascorse gran parte della vita fuori […]

Rimeggiando tra miti, attualità e sto...

Il quinto approccio con la “città eterna” proposto da Sandro Boccia che ci invita, con la sua prosa rimata, a leggere considerando quattro diversi personaggi della storia di Roma (“Orazio Coclite“, “Annibale e Scipione“, “Gaio Giulio Cesare“) . . ORAZIO COCLITE   Mentre Roma dorme, o antico, scorri nel tuo letto sino a raggiungere l’infinito mare. Nel profondo […]

Da bulli a maschere: Meo Patacca, Cic...

di Sandro Boccia , MEO PATACCA ., Bullo trasteverino del milleseicento fu Meo Patacca, coraggioso con i deboli e con i potenti… tutta cacca, coinvolto dalla sua donna per salvare la città viennese assediata dai Turchi. Pasticcione fu oggetto d’ingiurie e offese da parte del suo acerrimo nemico Pepe da questo screditato e che fece […]

Pittura – Max Roeder (1866 R...

Max Roeder nato a Monaco nel 1866, studiò con il pittore Paul Nauen (1859-1932). Giunse in Italia nel 1886 e nel 1888 si stabilì a Roma partecipando alle esposizioni della Società di Amatori e Cultori delle Belle Arti dipingendo paesaggi e vedute della campagna romana da cui trasse diverse incisioni. L’impronta dei “deutsch-roemer”, in particolare di […]

Joseph-Benoît Suvée (Bruges 1743 R...

Formatosi a Bruges, giunse a Parigi nel 1762, entrando nella bottega di Bachelier. Nel 1771 vinse, superando David che gliene serbò rancore, il grand prix dell’Accademia col suo Combattimento tra Minerva e Marte (bozzetto al Museo di Rouen). L’anno successivo partì per l’Italia, restandovi fino al 1778 e visitando successivamente Roma, Napoli, la Sicilia, Malta […]

L’uno al capestro, l’altra fra le mie...

L’uno al capestro, l’altra fra le mie braccia

di Sandro Boccia   L’UNO AL CAPESTRO, L’ALTRA FRA LE MIE BRACCIA . . “Innamorarsi” di Scarpia, capirne la malvagità irrimediabile, dedicargli i tre accordi iniziali è il più onesto saluto indirizzato da un compositor europeo al secolo (ricordi caro lettor?) che s’apria 100 anni fa. Subito, pria ancor che s’alzi il sipario, con un […]

Tersicore (Terpsicore), la musa della...

Tersicore (Terpsicore) è una delle nove muse della mitologia greca ed è la musa della danza e del canto corale.  Tersicore era rappresentata coronata da una ghirlanda o da una corona e tenendo in mano un’arpa o un guscio di tartaruga formante una lira e sormontato da due corna di capra. Da Tersicore viene la […]

Simon Vouet, uno dei più grandi prota...

Simon Vouet, uno dei più grandi protagonisti della pittura francese del XVII secolo

Nato a Parigi nel 1590, Simon Vouet apprese la pittura dal padre, pittore al servizio di Enrico IV, e si dedicò per un primo periodo ai ritratti. Pare che all’età di quattordici anni l’artista sia stato chiamato in Inghilterra a ritrarre alcune nobildonne locali. Quando nel 1611 il barone Achille de Horley venne nominato ambasciatore […]