Skip to main content

Mitologia cinese

Considerando la vastità ed eterogeneità del paese e le diverse religioni, la Cina presenta un Pantheon piuttosto ampio della mitologia cinese. Essa è ricca di figure rappresentative, tutte riconducibili a diverse aree della nazione e alle sue etnie. Come in tutte le civiltà del mondo, anche la mitologia cinese è formata da un misto di folklore, storia, […]

La leggenda di Aci e Galatea

Questa leggenda ha un’origine greca e spiega la ricchezza di sorgenti d’acqua dolce nella zona etnea. Secondo la tradizione, Aci era figlio del dio italico Fauno e della ninfa Simeto. Si innamorò, corrisposto, della ninfa Galatea, insidiata da Polifemo. Galatea aveva respinto le proposte amorose di Polifemo che, offeso per il rifiuto della ragazza, uccide […]

Meleagro e Atalanta secondo Sandro Bocci...

ATALANTA Atalanta non è soltanto il nome d’una squadra di pallone ma era una bellissima cacciatrice da cui Ovidio trasse ispirazione; insuperabile nella corsa e contraria a sposarsi per via di un oracolo, questa giovine sfidava i pretendenti promettendogli la morte se sconfitti, o la sua mano ma non s’avverava mai questo miracolo. Questo accadde […]

Meleagro e Atalanta

«Ella dunque, stirpe divina, l’Urlatrice, irata, gli mandò contro un feroce cinghiale selvaggio, zanna candida, che prese a conciar male la vigna d’Oineo; molti alberi alti stendeva a terra, rovesci, con le radici e con la gloria dei frutti. L’uccise Melèagro, il figliuolo d’Oineo, chiamando cacciatori da molte città e cani, ché vinto non l’avrebbe […]

Proserpina ed il clima mitologico

Oggi si parla sempre più spesso dei cambiamenti climatici e della sparizione delle stagioni intermedie quali autunno e primavera. Sarà una constatazione dei fatti, ma non è un allontanarsi dalla nostra Sicilia perchè, mitologicamente parlando, così era stato disposto dall’ALTO! Entrano così in ballo Cerere, Proserpina, Plutone e Giove. Cerere, madre di Proserpina, era la […]

Aneddoto – Michelangelo e Messer Biagio

Michelangelo, dipingendo in Vaticano il “Giudizio Universale” per ordine di Paolo III, andava a rilento per ottenere la perfezione. Messer Biagio di Cesena, maestro delle cerimonie, scandalizzato per tutti quei nudi, lo sollecitava criticandolo continuamente. Alla fine Michelangelo si vendicò ritraendo, tra i personaggi dell’affresco, le fattezze di Biagio nella figura di Minosse. Quando Biagio […]