Skip to main content

Ishtar, la Grande Madre

Ishtar la Grande Madre è nuda, poiché la Verità non ha bisogno di coprirsi di veli. Sul suo capo spicca l’emblema lunare. Nella mano destra Ishtar ha una coppa, simbolo di gioia e abbondanza perché contiene il nettare della Vita. Nella sinistra, un loto, fiore che nasce sott’acqua ma che diventa di purezza ineguagliabile una volta […]

Demetra e Core – Un mito per la Sicilia

La più antica denominazione è quella che ritroviamo in Omero, nel VI libro dell’Odissea: Thrinakìe. Da questo termine, per evoluzione linguistica, discenderà l’altro, più familiare di Trinacria. A chiunque l’osservi sulla carta l’isola appare come un triangolo rovesciato, figurazione geometrica che nel pensiero esoterico universale attiene sempre alla dimensione spirituale, profonda. Altre definizioni affini e […]

Asherah, la Grande Madre

Asherah, la Grande Madre

Asherah, la Grande Madre della mitologia semitica, il cui nome compare in un grande numero di fonti tra cui testi in accadico, è generalmente considerata coincidente con la dea ugaritica Athirat. E’ conosciuta anche con i nomi: Airat, Asherat, Asherah, Sherah.  Nei testi ugaritici antecedenti al 1200 a.C., Athirat è spesso indicata col titolo, «Signora Athirat […]

Bona Dea, la Grande Dea antica quanto la stessa Roma

Bona Dea, la Grande Dea antica quanto la stessa Roma

Bona Dea era una divinità romana poco conosciuta, identificata a volte come la Grande Madre, ma più comunemente era conosciuta con il nome di Fauna e con Fauno costituiva una delle più antiche coppie della mitologia indigena del Lazio; al tempo stesso proteggeva la pastorizia e i boschi. Era ritenuta protettrice della fecondità e della prosperità, in particolare nella vita […]