Lambert Sustris (Amsterdam, 1515-1520 circa – Padova?, 1584 circa) è stato un pittore olandese. Formatosi a Utrecht o ad Haarlem nell’ambiente di vari Scorel ed Heemskerck, partì prestissimo per l’Italia dove si stabilì.
Visitò Roma, come è confermato dalla scoperta della sua firma nella Domus Aurea; negli anni Trenta è a Venezia, dove entrò nella bottega di Tiziano. Nel corso di un soggiorno a Padova dipinse il ciclo di affreschi della Villa dei vescovi a Luvigliano (1542-43), improntati al gusto classicista.
Tra il ’48 e il ’53 Sustris è ad Augusta, dove si era recato probabilmente al seguito di Tiziano, esegue il Ritratto di Wilbelm IV von Waldhurg (1548: Augusta, Museo) e, forse in un secondo soggiorno i ritratti di Hans Christoph Vöhlin e di Veronika Vöhlin (1552: Monaco) e quello del Cardinale Otto Truchsess (1553: castello di Zeil).
Per quest’ultimo dipingerà il Battesimo di Cristo, mentre per i banchieri Fugger eseguirà il Noli me tangere.
L’evidente influsso di Tiziano, che si coglie intensamente nella Susanna e i vecchioni (Londra, coll. priv.) e nella Venere di Amsterdam (Rijksmuseum), ispirata alle famose Veneri del maestro, lavoro che è alla base dello stile di Sustris che si evolve accogliendo suggestioni da Tintoretto, Schiavone e Veronese, ma anche da Salviati e da Parmigianino nell’ambito di un percorso la cui ricostruzione resta problematica per la scarsezza di sicuri riferimenti cronologici.

Sustris fu importante soprattutto come pittore di paesaggi. La sua particolare fusione tra stile olandese e italiano fu un decisivo modello per lo sviluppo dei paesaggi ideali del XVII secolo.

Negli anni sessanta si stabilì a Padova, dove morì verosimilmente, in un anno imprecisato dopo il 1568.

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.