Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Spartito e testo del canto: Victimae paschali laudes

.

Victimae Paschali laudes

.

Victimae Paschali laudes
immolent Christiani.
Agnus redemit oves:
Christus innocens Patri
reconciliavit peccatores.
Mors et vitae duello
conflixere mirando:
Dux vitae, mortuus,
regnat vivus.Dic nobis, Maria,
quid vidisti in via?
Sepulchrum Christi viventis
et gloriam vidi resurgentis:

 Angelicos testes
sudarium et vestes.
Surrexit Christus, spes mea
praecedet suos in Galilaeam.

Scimus Christus surrexisse
a mortuis vere:
Tu nobis, victor Rex, miserere.

Amen. Alleluia.

Alla vittima pasquale s’innalzi
il sacrificio di lode.
L’agnello ha redento le pecore:
Cristo innocente ha riconciliato
i peccatori col Padre.
La morte e la vita si sono affrontate in un prodigioso duello.
Il Signore della vita, morto,
regna sui vivi.Dicci, o Maria,
cosa vedesti sulla via?
Il sepolcro del Cristo vivente
e la gloria vidi del Risorgente:

Con gli angeli testimoni,
il sepolcro e le vesti.
Vive Cristo, mia speranza
e vi precede in Galilea.

Siamo sicuri che Cristo è risorto
da morte vera.
Tu, Re vittorioso, abbi pietà di noi.

Amen. Alleluia

 

fonte: Zammeru Maskil una testimonianza cattolica nel web

Similar posts
  • Gianfranco Ravasi – La donna ve...
    Una delle melodie mariane più popolari ha un avvio che in latino suona così: Tota pulchra es, Maria, et macula originalis non est in te, “Tutta bella sei, Maria, e in te non c’è la macchia originale” del peccato. La frase, che esalta l’Immacolata Concezione di cui celebriamo i 150 anni dalla sua proclamazione ufficiale, fatta […]

    Nessun commento ancora

    1 Ping/Trackback

    1. diggita.it on 29/01/2017 at 19:29

    Rispondi