Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Sei di Palermo se……

Una pagina dedicata a tutti coloro che, come me, amano la nostra città!

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle) 
Palermo - castello della Zisa

Palermo – castello della Zisa

Palermo - Teatro Massimo

Palermo – Teatro Massimo

Palermo - Palazzo dei Normanni

Palermo – Palazzo dei Normanni

Palermo - Palazzo dei Normanni

Palermo – Palazzo dei Normanni

Palermo - Cattedrale

Palermo – Cattedrale

Palermo - Cattedrale

Palermo – Cattedrale

 

Antonello da Messina - Annunziata, Palermo, Palazzo Abatellis

Antonello da Messina – Annunziata, Palermo, Palazzo Abatellis

Palermo - Orto Botanico

Palermo – Orto Botanico

Palermo - Madonna della Catena

Palermo – Madonna della Catena

Palermo - Santa Teresa alla Kalsa

Palermo – Santa Teresa alla Kalsa

 

  • .. hai esclamato almeno una volta nella  vita :” ma perchè aprirsi una panelleria o un ganci a milano? quanti piccioli ti fai?”

  • … la pressa per te non è  semplicemente un compattatore, ma il metaforico discrimine tra l’utile e l’inutile

  • … non sai come si dica calia e  semenza in italiano

  • … indicando un supplì in un  bar di Milano, chiedi un’arancina

  • … se hai subito  un fermo

  • … ti hanno fregato almeno una  vespa

  • … ‘scendi’ a Mondello e ‘sali’ a Palermo

  • … la pizzetta di Benny è troppo seria!!

  • … non hai idea di dove sia viale Margherita di Savoia, ma sai  benissimo dov’è la discesa di Mondello (anche se la fai in salita)

  • … se il motore non è un pezzo della macchina, ma un  mezzo di locomozione

  • … ‘scendimi le chiavi!’

  • … riesci a NON vedere il mare da casa anche abitando  a 20 metri dalla costa

  • … “minchia favoloso”

  • … “alla festa c’era mezza Palermo”

  • … “che duciiii!!!”

  • … ‘ti sei ammuccato  con…’

  • … ‘cumpà, tuttapposto?’

  • … appena lavi la macchina comincia a piovere…sabbia!

  • … sai che l’unita’ di misura della sasizza e’ il  cadduozzu

  • … hai fatto almeno un goal di puntazza arraggiata

  • … la pasta col forno è troppo bella

  • … ogni volta che c’è un incidente ti fermi  bloccando il traffico per analizzare la situazione e poter dire la tua

  • … ogni volta ti fermi se c’è un aggaddu

  • … per  far capire che hai fretta di andare ti esprimi in termini di produzione  casearia: “Amunì volete quagliare??”

  • … in  ‘piazza Alcide De Gasperi’ e in ‘via Isidoro La Lumia’ il nome proprio ce lo devi mettere per forza, ma come si chiama  il signor Sciuti di  ‘via Sciuti’ proprio non lo sai

  • … se il pulsante non  lo premi, ma lo pressi

  • … non sai dire in italiano  la seguente frase : ‘voi due quanto vi levate?’

  • … ti chiama a casa il portiere del palazzo di tuo nonno, per dirti che la  signora D’alia gli ha detto di dirti che c’è la finestra della veranda  aperta e che quindi magari entra acqua e forse sarebbe il caso di  chiuderla…

  • …. “nella tua via” ci sono  sempre 2 vigili e 2 posteggiatori abusivi di motorini che, come le  rette parallele, scorrono vicini ma non si incontrano mai…

  • … pur essendo proprietario di un solo appartamento, parlando dici  sempre “Nel mio palazzo….”

  • … il barista ti  chiede “quanti pezzi sono?”

  • … non si torna a  casa prima di andare a mangiare il pizzotto!

  • “…ma che dobbiamo combinare?”

  • … la sera “devi  uscire il cane”

  • … se “cali” la pasta e se mi passi la “mappina”

  • … indossi il “fasciacollo” e “lasci libbero lo scarrozzo”

  • … è arrivato il momento di sbarazzare il garage

  • … ti mangi un pupo cu zuccaru da dietro così non si nota

  • … “mezza parola”

  • … “non c’è pobblema”

  • …”minchia per essere arrivato ddà, sape iddu cu è so patre”

  • … compri la carne in “carnezzeria”

  • … devi andare a casa di qualcuno e “Avvicino io più tardi!”

  • …quando trovi posteggio ad un raggio superiore ai 3 metri, rispetto al posto dove devi andare: “tanto vale ca lassava a machina aà casa”

  • …. il titolo “sig.” per te è un’offesa

  • … “tutta a to razza”

  • … “fango” è la parola con cui identifichi la maggior parte dei tuoi conoscenti

  • … la seconda casa è il “villino”

  • … “quannu viegnu a to casa tuppulìu chi pieri”

  • … “Un t’allaiggari”

  • … “A tua è un chiuovu, a pruvari?”

  • … manci tinnirumi e mennuli frischi

  • …”sta parrannu cu mmia? “

  • … “minchia, mi vulia futtiri, ma io futtivu a iddu”

  • … “a chi niesci scinni a munnizza”

  • … “acchissi di passaggiu puorta u pani”

  • … “senti a to frati chi ti rici”

  • … quando esci di casa dici “sto tornando!”

  • … per chiedere informazioni stradali “… di qua si puo’ prendere?..”

  • … salutando qualcuno ” …tante cose…”

  • … dal gelataio ” ….mi fa na brioscia ? …”

  • … quando ritorni a Palermo, in aereoporto ci sono 6 o 7 parenti ad attenderti… anche se sei stato in vacanza una settimana..

  • … l’anguria è il “mellone”..

  • … se entrando/uscendo, in chiesa, ti baci la mano dopo il segno della croce, come quinto gesto!

  • … tornando dal fruttivendolo ” mi passò cari….”

  • … per chiedere un prezzo dici: ” quant’è ?”

Similar posts
  • Alfeo ed Aretusa Nell’isola di Ortigia, a Siracusa, in Sicilia, si trova la fontana Aretusa. Precedentemente, tuttavia, questo nome non designava una fontana e neanche una Nereide, bensì una cacciatrice giovane e bella che era seguace di Artemide. Come la sua dea favorita, la fanciulla provava una certa avversione per gli uomini e preferiva la caccia e la [...]
  • Storia della Sicilia in cento secondi Ho tratto da http://www.youtube.com/watch?v=NiKJqCr28Ns questo veloce, simpatico ed incantevole video di tureturillo che scrive: Dopo quasi due mesi di lavoro, posso finalmente pubblicare il mio ultimo documentario breve: lo scarabocchio animato “Storia della Sicilia in cento secondi”. Come suggerisce già il titolo, c’è da correre attraverso una narrazione incalzante e ipercompatta. Chi sapeva poco o nulla [...]
  • Il triscele della Sicilia, un simbolo... di Nuccia Di Franco Lino . Recentemente ho scoperto che la bandiera dell’Isola di Man ha uno stemma molto simile al triscele che campeggia sul vessillo giallo/rosso della Sicilia. Incuriosita dal simbolo in comune alle due lontane isole, ho provato a scavare le sue origini grafiche, risalendo fino al VII sec. a.C., con il rinvenimento nel [...]
  • Melanzane a quaglie L’antipasto non ha una lunga tradizione nella cucina siciliana. Forse perchè, in quella popolare, almeno, la fame era ogni volta tanto forte da non aver bisogno di essere sollecitata ulteriormente. Melanzane, peperoni, zucchine, cipolline, in qualsiasi modo venissero preparate, erano parte integrante del secondo piatto. Eppure, proprio per la virtù posseduta, di stuzzicare l’appetito, non [...]
  • Crostata all’arancia L’utilizzazione delle arance in Sicilia, è molteplice: si consumano fesche, come frutta o aggiunte nell’insalata, oppure si “usa” il succo per preparare bevande. Ricche di vitamina C, le arance rappresentano un alimento salutare. La buccia, per esempio, viene impiegata per farne canditi, il frutto per confezionare le marmellate. Un particolare apprezzamento meritano le specialità di [...]