Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Polpette di finocchietti

In Sicilia sognarle è sinonimo di cattivo augurio. Nonostante ciò si è diffusa l’abitudine nella gastronomia tradizionale di fare polpette. Questo perchè la carne bovina non è mai stata molto pregiata per mancanza di prati e foraggi e per scarsità di allevamenti, e soprattutto perchè buoi e mucche erano adibiti al lavoro nei campi.
Fu naturale, quindi, al momento di consumare questa carne “dura” inventare il tritacarne per farne polpette. Le polpette di finocchietti sono molto cucinate nella zona dei Nebrodi e presentati sottoforma di antipasto. Nella cultura popolare siciliana è considerato un piatto stimolante dal punto di vista erotico.

.

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 8 mazzetti di finocchietto selvatico
  • 80 gr di pecorino oppure 80 gr di caciocavallo
  • 2 uova
  • 150 gr di estratto di pomodoro
  • sale e pepe quanto basta
  • olio extravergine d’oliva
  • 100 grammi di pan grattato

.

Pulite bene i finocchietti, lessateli, scolateli ed aggiungete le uova, il formaggio, sale e pepe. Impastate bene il tutto e fate delle polpette, poi passatele nel pan grattato.
Nel frattempo preparate una salsina con l’estratto di pomodoro facendolo cuocere in un tegame con dell’acqua.
Non appena la salsina sarà pronta, friggete le polpette in una padella con olio caldo. Trasferite nel tegame con la salsa le polpette e continuate a farle cuocere per 5 minuti. Servite in tavola, ricoprendo con abbondante salsa.

Similar posts
  • LA SCACCIA, un piatto tipico di Ragus...
    La scaccia è un piatto tipico del ragusano. Il nome deriva chiaramente dall’italiano schiacciata, per la sua forma appiattita. E’ quasi sempre rettangolare, distinguendosi in questo modo dalle “impanate” che sono sempre rotonde. Il ripieno è molto variabile, in base alla stagione e al luogo. In genere, però, sono prevalenti le verdure e i latticini. […]

    Nessun commento ancora

    1 Ping/Trackback

    1. diggita.it on 08/01/2017 at 12:48

    Rispondi