Tiziano  nacque a Pieve di Cadore attorno al 1490.  Fanciullo, apprese l’arte a Venezia, dapprima come allievo di Gentile e poi nella bottega di Sebastiano Zuccato e di Giovanni Bellini.
Divenne presto allievo e collaboratore di Giorgione.

Tiziano - Autoritratto

Tiziano – Autoritratto

La sua prima attività sviluppò la pittura di tono “Noli me tangere” e la serie delle mezze figure femminili, come la “Flora” ora a Firenze nella Galleria degli Uffizi.
La sua fama iniziò dopo aver eseguito gli affreschi a Padova nella Scuola del Santo (1511), la Chiesa del Carmine e la Sala del Maggior Consiglio in Venezia. Lavorò alla corte dei Gonzaga e a quella di Urbino; fu nominato pittore di corte di Carlo V ed eseguì una serie di lavori con scene mitologiche come i “Baccanali” e la  “Venere di Urbino”.
Copiosa anche la sua produzione ritrattistica.
Contemporaneamente, nelle pale d’altare, Tiziano perseguiva la ricerca realistica, come nella “Pala Pesaro” del 1519-26 a Venezia nella chiesa di S. Maria Gloriosa dei Frari.

Il periodo dopo il 1540, rappresentò una svolta nell’opera di Tiziano verso un nuovo tipo di figurazione, altamente drammatica ed emotiva.
Nel 1543 fu a Roma ove tornò nel 1545, e nel 1546 ottenendo la cittadinanza romana. Nel 1547 e nel 1548 soggiornò ad Augusta presso la Corte imperiale.
Tornò in Italia per due anni circa e nel 1550 si trasferì di nuovo in Germania per tornare a Venezia dopo pochi mesi, ivi visse il resto dei suoi giorni.
Grande colorista, Tiziano portò alle estreme conseguenze la pittura “tutto colore”, creando un linguaggio che influenzò Tintoretto, Rembrandt, Rubens, El Greco ed alcuni altri grandi maestri.
Il 27 agosto 1576, il pittore più noto in Italia ed in Europa, morì a Venezia nel corso di una epidemia di peste,  e venne sepolto nella chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari.

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.