Ci sono una serie di antichi mestieri che oggi, spesso a causa della tecnologia, sono del tutto scomparsi. Uno di questi è sicuramente quello della lavandaia.

La lavandaia lavava i panni dei signori che potevano permettersi di pagare. Andava prima per famiglie a raccogliere i panni sporchi da lavare e poi si portava al torrente per iniziare la sua opera.
Inizialmente, le prime lavandaie erano costrette a lavare i panni nel fiume, in ginocchio, alle intemperie, sotto il sole e spesso al freddo. Soltanto nel 1897 fu costruito il primo lavatoio pubblico, una costruzione coperta e con le vasche rialzate che permettevano alle donne di stare in piedi per lavare i panni.
Questo mestiere duro e faticoso è scomparso con l’avvento delle lavatrici. Bisogna però ricordare che questo mestiere permetteva alle donne, sopratutto vedove o sole, di sbarcare il lunario aumentando il magro reddito delle campagne.
Ma la lavandaia, almeno nell’immaginario collettivo, era una persona felice che cantava, sola o in coro con le compagne, allegre filastrocche e canzoni mentre attendeva al suo lavoro.

Questa pagina vuole essere una breve rassegna di lavori che alcuni pittori hanno realizzato rappresentando delle lavandaie.

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.

 

One Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.