Carlo Crivelli - San Giacomo della Marca

Carlo Crivelli – San Giacomo della Marca

Carlo Crivelli è nato, tra il 1430 ed il 1435, a Venezia. Le prime notizie documentate risalgono al 1457, quando viene condannato a sei mesi di carcere per aver convissuto con una certa Tarsia, moglie del marinaio Francesco Cortese.
Scontata la pena il Crivelli, lascia Venezia senza lasciare alcuna traccia per diversi anni (probabilmente raggiunge Padova, unendosi ad altri giovani artisti che frequentavano la bottega di Francesco Squarcione).
Le uniche date che possono essere date per certe circa la sua vita comprendono l’arco che va dal 1468 al 1493: anni che desumiamo dalla firma delle sue opere.
Al 1468 risale il Polittico di Massa Fermana, la prima opera firmata e datata dell’artista veneto nelle Marche. Due anni dopo esegue il Polittico di San Giorgio (1470). Crivelli sembra lavorare principalmente ad Ancona ed ad Ascoli. Infatti a Venezia, nella chiesa del San Sebastiano, ci sono soltanto due dipinti.

Fra il 1473 e il 1482 esegue numerosi polittici per le principali chiese di Ascoli Piceno, dove nel 1478 acquista una casa nel quartiere di San Biagio, vicino al duomo.
Nel 1483 è documentato a Camerino dove realizza una pala per la chiesa di San Pietro di Muralto.
Rientrato ad Ascoli dipinge l’Annunciazione, già nella chiesa dell’Annunciata, oggi conservata nella National Gallery di Londra. Nel 1487 muore il suo unico figlio maschio.

Carlo Crivelli - Sant'Agata e Sant'Agostino

Carlo Crivelli – Sant’Agata e Sant’Agostino

Il 10 maggio del 1488 riceve la commissione per un polittico destinato al duomo di Camerino (ne faceva parte la Madonna della candeletta, oggi a Brera).

Il 28 ottobre, ancora a Camerino, riscuote un pagamento per la Consegna delle chiavi, pala destinata alla chiesa di San Pietro degli Osservanti, oggi esposta a Berlino.
Il principe Ferdinando di Capua (poi re Ferdinando II di Napoli) conferisce a Crivelli, nel 1490, il titolo di “miles”, con il quale in seguito firmerà le sue opere come ad esempio la Pala Ottoni (Londra, National Gallery).
Firma, fra il 1491 e il 1493, due altre pale la chiesa di San Francesco a Fabriano, oggi conservate a Londra e a Milano.
Carlo Crivelli è morto a Napoli verso 1495.

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.