Agostino Gallo – Ritratto di Pietro Novelli, 1821 – Elogio storico di Antonio Gagini, (a book published in 1821)

Pietro Novelli, conosciuto anche come il Monrealese o Pietro Malta Novelli, per distinguerlo dal padre, Pietro Antonio Novelli, fu certamente il miglior pittore barocco del Seicento palermitano.

Nato a Monreale il 2 marzo del 1603, Pietro Novelli si trasferì giovanissimo a Palermo per compiere la sua formazione presso la bottega del padre e poi si reca a Roma, dove, tra il 1622 e il 1625, studiò i maggiori pittori del Rinascimento. Su di lui influì anche la presenza del fiammingo Antoon Van Dyck, presente a Palermo nel 1624.

Protagonista della scena culturale di Palermo, nel 1636 Pietro Novelli ottenne la carica di ingegnere e architetto del Senato della città, per ricoprire dal 1643 quella di ingegnere del Regno.
La figlia Rosalia seguì le orme del padre, tanto da essere confusa per l’attribuzione di alcune opere.

Pietro Novelli morì a Palermo il 27 agosto 1647 a seguito delle ferite riportate durante la sommossa antispagnola.

Nel 1828 un busto raffigurante il pittore Pietro Novelli venne posto nella chiesa di San Domenico, il pantheon di Sicilia. Numerose sue opere – dipinti e disegni – sono esposte presso la Galleria Regionale di Sicilia di Palazzo Abatellis a Palermo.

da ricerche sul web

.

.
(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.