È sorprendente scoprire nel sedicesimo secolo la storia di una donna che non solo ha guadagnato la vita come pittrice ma ha anche avuto un marito che ha lasciato la propria carriera per prendersi cura di una casa con 11 figli.
Lavinia Fontana era una pittrice eccezionale che dipinse nudi maschili e femminili ma guadagnava prevalentemente come ritrattista dell’alta società.

Lavinia Fontana nacque a Bologna il 24 agosto 1552. Il padre, l’importante pittore della scuola bolognese Prospero Fontana, è stato il suo grande maestro e mentore. Pur apprendendo lo stile del padre, presto si è allontanata dal suo manierismo tardivo assumendo i tratti della scuola veneziana grazie all’influenza del suo amico Ludovico Carracci e di altri artisti come Correggio.

Ben presto la fama di Lavinia le procurò ordini lucrativi per ritrarre l’aristocrazia bolognese. Lavinia era una giovane artista quando nel 1577 sposò un altro pittore, Gian Paolo Zappi, che aveva conosciuto nel laboratorio di suo padre.
Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare in base alle usanze del tempo, Lavinia non solo continuò a dipingere anche essendo una donna sposata, ma a prendersi cura della casa e dei i suoi 11 bambini fu il marito. Gian Paolo aiutò Lavinia nelle sue commissioni dipingendo parte delle opere di sua moglie.

Nel 1603, quando la sua fama si diffuse in tutta Italia, Lavinia fu chiamata da papa Clemente VII per assumere la funzione di pittore ufficiale. La famiglia si trasferì immediatamente a Roma dove il talento dell’artista le valse la sua ammissione nell’accademia di Roma.

Lavinia non solo ha dipinto ritratti ma si dedicò anche alla pittura religiosa e mitologica. Nei dipinti mitologici Lavinia riuscì a dipingere nudità femminili e maschili un po’inusuali in una pittrice dell’epoca. Lavinia dipinse più di 130 opere, ma se ne sono conservate poco più di 30.

Lavinia Fontana è morta l’11 agosto del 1614.

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.

.