Durante il Medio Regno, il faraone Sesostri I (1956-1919 a.C.) ha celebrato i suoi trenta anni di potere con la costruzione di una piccola cappella a Karnak, dedicata a Amon-Ra.
La cappella è stata ricostruita negli anni ’30 e soprannominata la Cappella Bianca.

Cappella_Bianca_01bLa Cappella Bianca di Sesostris I è un piccolo edificio rettangolare di circa 7 metri e vi si accede tramite una scalinata con una rampa che sale a poco più di un metro dal livello del suolo.

Cappella-bianca_02La cappella è stata costruita non solo per commemorare il regno di Sesostri I, ma anche per la festa Sed. In Egitto, il benessere di tutto il popolo dipendeva dalla salute fisica e spirituale del faraone, che era la rappresentazione della divinità sulla terra. La festa Sed  aveva l’obiettivo di rinnovare l’impegno del faraone verso gli dèi, per garantire la prosperità dell’Egitto.
E’ anche probabile che la cappella ha ospitato la barca reale e le statue delle divinità durante le celebrazioni.
Date le sue dimensioni,  probabilmente non si trattava di una cappella, ma piuttosto di un’edicola. All’interno il Tempio ha quattro pilastri coperti di rilievi che danno leggerezza e verticalità ai pesanti blocchi.

Cappella-bianca_08I rilievi dei pilastri ci mostrano il faraone Sesostri I, con il dio Amon e altre divinità come Min, Thoth, Ptah e Horus.

Cappella-bianca_09
I geroglifici che accompagnano le cifre danno i titoli e gli epiteti del re e delle divinità che sono finemente lavorati nel rispetto degli attributi iconografici. Durante il regno di Amenofi III, nella XVIII dinastia, i suoi blocchi furono utilizzati come materiale di riempimento del  terzo pilone del tempio di Karnak. Furono ritrovati soltanto quando si effettuarono i lavori di restauro del suddetto pilone.  La loro ottima condizione ha contribuito alla ricostruzione della Cappella, con blocchi di pietra originale, guadagnandosi il titolo del lavoro più delicato di rilievo del Regno Medio. Al momento della sua scoperta, la Cappella Bianca era unica in quanto non era conosciuto nessun altro esempio di questo tipo di edificio, e divenne il primo monumento installato in un Museo all’Aria Aperta.