Nato a Nantes il 12 giugno del 1828, Jules-Élie Delaunay è stato un pittore francese, noto per i suoi ritratti ed i suoi affreschi.
Formatosi negli studi di Lamothe e di Hippolyte Flandrin, entrò all’École des Beaux-Arts nel 1848. Ottenne il “prix de Rome” nel 1856.

Artista di scaltra versatilità ereditata dalla scuola di Ingres, si dedicò principalmente alla pittura di storia (la Peste a Roma, 1869: il Giuramento di Bruto, 1861: Issione precipitato agli Inferi) e al ritratto.

Fu autore di decorazioni murali a Parigi (Consiglio di Stato, Municipio, Panthéon, Opéra e dimore private); è rappresentato a Nantes da un importante serie di ritratti, spesso notevoli (la Madre dell’artista, 1869) e da altre composizioni.
Delaunay ebbe un posto notevole fra i pittori eclettici del secondo Impero, accanto a P.-J. Baudry e A. Cabanel.

Jules-Élie Delaunay morì a Parigi il 5 settembre del 1891.

.

note tratte da ricerche sul web

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.