Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Indice di calore

La sensazione di afa è dovuta principalmente ad una serie di fattori, tra cui la temperatura dell’aria e l’umidità relativa.
In condizioni di afa infatti, la sudorazione prodotta dall’organismo per abbassare la temperatura corporea non riesce ad evaporare nell’ambiente circostante perché già saturo. In queste condizioni e senza più l’apporto refrigerante del sudore la temperatura del corpo umano tende a salire con possibili colpi di calore, nel caso vengano superati valori estremi.
E’ stato creato quindi un indice di calore per evidenziare al temperatura percepita dal corpo e non quella reale. Ad esempio con una temperatura di ‘soli’ 29°C e un umidità del 70% il corpo umano ne percepisce 34°C.

.

E’ possibile notare come, a qualsiasi temperatura con un’umidità del 90% i rischi per un organismo sono molto alti, e vanno da un forte affaticamento con difficoltà di respirazione ad un possibile colpo di calore e ad un’insolazione. In caso di bassa umidità invece la sensazione che l’organismo ne deriva può essere addirittura inferiore alla temperatura reale. Ad esempio con un’umidità del solo 10%, 38°C verranno distinti dal nostro corpo come ‘soli’ 36°C.
Molto spesso il ristagno di umidità nei bassi strati che viene a verificarsi per la persistenza nella stagione estiva di potenti cellule anticicloniche, porta ad una sensazione di disagio anche con temperature apparentemente insospettabili.

Rispondi