Henri de Toulouse-Lautrec nacque il 24 novembre 1864, nel sud della Francia.

Henri de Toulouse-Lautrec

Henri de Toulouse-Lautrec

Figlio ed erede del conte Alphonse-Charles de Toulouse, era l’ultimo nella linea di discendenza di una famiglia aristocratica risalente a mille anni fa.
Oggi la tenuta di famiglia ospita il Museo Toulouse-Lautrec.
All’età di dieci anni, aveva cominciato a disegnare e dipingere. A dodici anni Toulouse-Lautrec si ruppe la gamba sinistra e a quattordici anni la sua gamba destra. Le ossa non guarirono correttamente e le gambe smisero di crescere. Raggiunta la maturità si ritrovò con un corpo la cui parte del tronco era di dimensioni normali, ma con le gambe corte in modo anomalo. Era alto solamente un metro e mezzo.

Privato della vita fisica che un corpo normale gli avrebbe permesso, Toulouse-Lautrec riversò tutto se stesso verso sua arte. Egli dimorava nella zona di Montmartre a Parigi, centro del divertimento e della vita bohémien che amava rappresentare nei suoi lavori. Sale da ballo, discoteche, ippodromi e prostitute sono stati immortalati su tela o trasformate in litografie. Toulouse-Lautrec era parte attiva di questa comunità. Si sedeva a un tavolo osservando gli altri ridere e bere e, nel frattempo, faceva schizzi veloci. La mattina dopo, nel suo studio, ampliava gli schizzi trasformandoli in dipinti dai colori vivaci. Al fine di partecipare alla vita di Montmartre e per fortificarsi contro il ridicolo del suo aspetto, Toulouse-Lautrec cominciò a bere pesantemente pregiudicando la sua salute. Dapprima fu ricoverato in un sanatorio e poi affidato alle cure di sua madre, ma non riuscì a stare lontano dall’alcol.
Toulouse-Lautrec morì il 9 settembre 1901, nel castello di famiglia a Malrome.

.

linea2_b

.

traggo da Wikipedia

La vita sentimentale di Lautrec fu molto burrascosa. A Parigi l’artista conobbe una talentuosa pittrice, Suzanne Valadon(1867-1938).

Toulouse-Lautrec - Ritratto di Suzanne Valadon

Toulouse-Lautrec – Ritratto di Suzanne Valadon

Questa donna aveva in passato svolto mestieri umili ed in seguito l’acrobata del circo ma a causa di un incidente dovette abbandonare questa professione.
La Valadon, nel 1883 diventò madre di quello che poi sarà noto come il pittore Maurice Utrillo la cui vera paternità rimase incerta.
La sua bellezza attirò diversi artisti di cui divenne modella ed osservandoli durante i periodi di posa riuscì ad apprendere le loro tecniche. Incoraggiata dall’amico Degas e da Renoir (di cui era stata l’amante), a coltivare il proprio talento artistico, fu attratta dalla personalità di Lautrec e nonostante l’aspetto fisico nel 1886 divenne la sua amante per alcuni anni. La relazione finì burrascosamente e la Valadon tentò il suicidio nella speranza di farsi sposare dall’artista di Montmatre.

.

linea2_b

 (cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.