Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

“Guardiamo” il Santo Rosario

Oggi vi propongo una presentazione in formato .pps ed un video, il tutto realizzato nel lontano 2003….
«Sed fugit interea fugit irreparabile tempus» (Ma fugge intanto, fugge irreparabilmente il tempo).
L’espressione sembra derivare da un verso delle Georgiche di Virgilio

Diamo ai nostri occhi la possibilità di vedere delle immagini abbinate ai Misteri del Santo Rosario

.

.
Potete scaricare la presentazione in formato .pps cliccando sul seguente link: Guardiamo_il_Santo_Rosario97-2003
.
Similar posts
  • Santuario della Madonna dei Miracoli ... Intorno all’anno 912 d.C., le popolazioni che abitano il territorio di quello che oggi è Portogruaro, distrutta la città di Opitergio (Oderzo), si ritirano alla confluenza del fiume Monticano nella Livenza, e, per difendersi dalle continue invasione barbariche, costruiscono un castello, cioè una semplice fortificazione su un rialzo di terra, che chiamano Motta. Le vicende [...]
  • Lalibela – Chiese scavate nella... Lalibela, in Etiopia, patrimonio mondiale, che secondo la leggenda è stato “costruito dagli angeli “. Il gruppo di 10 cappelle di rito ortodosso scolpite nella roccia vulcanica, alcune delle quali sono alte 15 metri, si trova nel cuore delle montagne d’Etiopia. Gli edifici monolitici sono situati circa 500 km a nord della capitale Addis Abeba. La [...]
  • La lupa capitolina La scultura che rappresenta la Lupa capitolina che allatta i gemelli Romolo e Remo, che furono aggiunti, probabilmente da Antonio del Pollaiolo, nel tardo XV secolo. Ci hanno portato via la Lupa. Quella Capitolina, non è di epoca etrusca: smette di essere il simbolo immortale ed immutabile dell’Urbe, che ci proviene (proveniva) perfino dall’epoca dei re. [...]
  • Imeneo, il dio che guidava il corteo ... Nella mitologia romana, il dio Imene (o Imeneo, figlio di Bacco (Dionisio) e di Venere (Afrodite), presiedeva al matrimonio. Nella mitologia greca è conosciuto sotto il nome di Hymenaios. Alcuni poeti lo consideravano ora figlio di una musa (Clio o Urania) e di Apollo, ora di Dionisio e di Afrodite. Indipendentemente dalla sua genealogia, questo [...]
  • Le Esperidi . Nella mitologia greca le Esperidi erano Figlie di Atlante e di Esperide. Il loro numero è incerto tanto che alcuni mitografi nominano cinque Esperidi, altri ne nominano sette. Chi sottolinea invece che erano tre, le collega alla triplice dea della Luna nel suo aspetto di sovrana della morte. . Il  giardino delle Esperidi era situato [...]

Rispondi