Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Gómez Dávila – Alcuni aforismi sulla religione

Nicolás Gómez Dávila
(1913 – 1994)

Scrittore, moralista e filosofo colombiano, Gómez Dávila è uno dei massimi critici della modernità.
La sua opera, costituita per la maggior parte da aforismi, fu riconosciuta a livello internazionale solo pochi anni prima della morte, in seguito alla pubblicazione di alcuni suoi lavori in tedesco.

aforisma_00


Alcuni aforismi sulla religione

  • Chiunque non confidi nell’uomo è, in fondo, un cristiano.
  • Da quando la religione si secolarizza, come unico testimone di Dio rimane Satana.
  • Dio è ciò che elude tutte le prove.
  • Dio è la condizione trascendentale dell’assurdità dell’universo.
  • Essere cristiani è trovarsi di fronte a colui cui non possiamo nasconderci, di fronte a cui non possiamo mascherarci. È assumersi il peso di dire la verità anche quando offende.
  • Il cristiano moderno sente l’obbligo professionale di mostrarsi affabile e allegro, di sfoggiare un benevolo sorriso a trentadue denti, di ostentare cordialità ossequiosa per convincere il miscredente che il cristianesimo non è religione «ombrosa», dottrina «pessimista», morale «ascetica». Il cristiano progressista ci stringe forte la mano con ampio sorriso elettorale.
  • Il miscredente immagina che la religione voglia dare soluzioni, mentre il credente sa che promette solo di moltiplicare enigmi.
  • Il più grande errore moderno non è l’annuncio della morte di Dio, ma l’essersi persuasi della morte del diavolo.
  • La Bibbia non è la voce di Dio, ma quella dell’uomo che lo incontra.
  • La maggiore astuzia del male è la sua trasformazione in dio domestico e discreto, la cui familiare presenza rassicura.
  • La morte di Dio, è una falsa notizia messa in giro dal diavolo che mentiva sapendo di mentire.
  • La religione non è nata dall’esigenza di assicurare solidarietà sociale, come le cattedrali non sono state edificate per incentivare il turismo.
  • La saggezza consiste semplicemente nel non insegnare a Dio come si debbano fare le cose.
  • Le prove dell’esistenza di Dio abbondano per chi non ne ha bisogno.
  • Non è la sensualità che allontana da Dio ma l’astrazione.
  • Non è stato un Dio ventriloquo a ispirare la Bibbia. La voce divina attraversa il testo sacro come un vento tempestoso il folto di un bosco.
  • Non l’originalità della dottrina ma la divinità di Cristo determina l’importanza del cristianesimo.
  • Non parlo di Dio, per convertire qualcuno, ma perché è l’unico tema di cui valga la pena parlare.
  • Ogni religione altrui oscilla tra il ridicolo e il diabolico.
  • Per Dio non ci sono che individui
  • Per sfidare Dio l’uomo gonfia il proprio vuoto.
  • Se Dio fosse il punto d’arrivo di un ragionamento, non sentirei alcuna necessità di adorarlo. Ma Dio non è solo la sostanza di ciò che spero, è anche la sostanza di ciò che vivo.
  • Tra i moderni succedanei della religione forse il meno abietto è il vizio.
  • Un libro che non abbia Dio, o l’assenza di Dio, come protagonista clandestino, è privo d’interesse. 
Similar posts
  • Origene – Gesù fu tentato perch... Gesù fu tentato perché la Chiesa imparasse che si va a lui attraverso molte tribolazioni e tentazioni . La vita dei mortali è piena di lacci insidiosi, è tutta una rete di inganni tesi al genere umano per odio contro il Signore, da quel gigante cacciatore chiamato Nembrot.  Infatti chi, se non il diavolo, è [...]
  • Il caso cieco inventa l’occhio «Che sul fondo di ciascun nostro occhio vi siano oltre 100 milioni di antennule riceventi, lascia tutti noi sorpresi e sgomenti, È un prodigio della Natura che supera ogni più ardita fantasia». prof. George Wald, Premio Nobel «Tutte le meraviglie della Natura si possono spiegare benissimo, senza dover per questo ricorrere all’intervento soprannaturale di un [...]
  • Maschi e femmine li creò «La programmazione su nastri DNA mette in azione la cellula vivente come se fosse una mi­croscopica fabbrica ultrautomatizzata e ciber­netica. La mette in moto in modo inconcepi­bilmente esatto, veloce e ben coordinato». prof. Geroge Beadle, Premio Nobel   Un superthrilling della Natura Come avrà fatto, il caso cieco, ad inventare esseri viventi maschi e femmine? [...]
  • “Guardiamo” il Santo Rosario Oggi vi propongo una presentazione in formato .pps ed un video, il tutto realizzato nel lontano 2003…. «Sed fugit interea fugit irreparabile tempus» (Ma fugge intanto, fugge irreparabilmente il tempo). L’espressione sembra derivare da un verso delle Georgiche di Virgilio Diamo ai nostri occhi la possibilità di vedere delle immagini abbinate ai Misteri del Santo [...]
  • Novena della Grazia a San Francesco S... Il grande apostolo dell’Asia, la cui memoria viene celebrata il 3 dicembre, è pronto per donarvi la grazia di cui avete bisogno. Vi invito a pregare questa novena, ogni giorno per nove giorni.  Santa Teresa di Gesù Bambino dopo aver fatto la novena (1896), pochi mesi prima di morire, disse: “Ho domandato la grazia di [...]