Tanogabo
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Er gatto e er topo (Il gatto ed il topo)

di Sandro Boccia

.

ER GATTO E ER TOPO

.

 

Una mattina un Sorcetto smirzo e assai affamato

s’introfulò in cucina, guardingo e malandrino,

pe’ araffà un biscotto o un po’ de pecorino,

quanno fu sgamato da un Gatto malintenzionato.

Facennose de botto er segno de la croce

s’imbucò ne la tana e co’ un fir de voce:

“Ce risemo” disse “se a tajà qui nun me spiccio

me sa’ tanto che finisco in un pasticcio”.

Er Micio nun se perse d’animo pe’ questo

e in un baleno aguzzò er proprio ingegno,

incomincianno defatti a abbajà lesto,

tanto d’arissomijà a un cane pe’ l’impegno.

Er Topo tremanno ancora pe’ l’emozione

pensò: “Anche stavorta so’ stato fortunato

perché er fedele amico dell’omo m’ha sarvato”.

E così sortì dar bucio senza esitazione.

Ar volo er Gatto l’aggrinfiò co’ l’artijo

leccannose li baffi co’ soddisfazione.

Er Sorcio, che nun s’era reso conto de l’imbrojo,

co’r sangue gelato ne le vene “Maledizione”

mormorò “ma nun c’era er cane in questo sito?

E’ mai possibile che m’ha tradito e se ne ito?

Je disse er Gatto: “So’ stato io a latrà.

Nu’ lo sai che so’ tempi duri e de fatica?

Che se nun sai du’ lingue nun se magna mica?

Me dispiace propio ma mò te devo da scannà!”

Er Topo sospirò nun der tutto rassegnato:

“Miciotto impunito, come m’hai fregato!

Però te devo fa’ li comprimenti pe’ l’occasione.

Fa’ er bravo, liberame, fa’ ‘sta bona azione”.

Se pijò pena er Gatto e co’ tono amoroso:

“Vabbè, te lasso annà: oggi me sento generoso

anche perché già me so’ fatto un’artra abbuffata

e propio nun me và de fa’ ‘n’artra magnata.

T’ho pijato solo pe’ rispettà le regole de la natura,

mica pe’ capriccio, pe’ vizio o pe’ ‘n’antra stortura.

Però stà in campana co’ li sentimenti umani:

chè la fortuna d’oggi nun se ripeterà domani!”

.

Similar posts
  • Rimeggiando tra miti, attualità e sto...
    Vi propongo il sesto approccio con la “città eterna” proposto da Sandro Boccia che ci invita, con la sua prosa rimata, a leggere considerando tre diversi aspetti della storia di Roma (“Mario e Silla”, “Nozze romane”, “Le vestali”) . MARIO E SILLA Implacabili nemici, solo una volta Mario e Silla stettero insieme: quanno sconfissero il re della […]

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.