Pa-Hsien_01Bon: La divisione tibetana del pantheon, un culto principalmente propizio del male, anche se non interamente al suo servizio.

Chang Chiu: Savio semidio della taumaturgia. Patrono di tutte le pratiche delle arti magiche.

Chang Fei: Dio minore militare, servo di Kuan Ti e amico di Liu Pei. E’ rappresentato come un uomo alto sei piedi con una testa di pantera e un collo sottile.

Chang Hsien: Dio minore del cibo e dell’orzo. Una volta eroe mortale. Protettore dei contadini e dei ragazzi. Una volta associato alla nascita. Rappresentato come un guerriero che scaglia una freccia con un arco puntato al cielo verso la costellazione del cane. E’ un nemico di Erh Lang.

Chang Kuo-lao: Semidio. Uno degli Otto Immortali, noto per la sua maestria nella magia. Possedeva un mulo pieghevole che poteva diventare un foglio. Ritornava normale mediante una polla d’acqua. Patrono dei maghi.

Chao San Niang: Dea minore dei creatori di parrucche. Patrona dei barbieri e parrucchieri.

Ch'{a}ng Sang-chun: Dio minore della medicina. Patrono di chiunque pratichi le arti orientali di guarigione.

Ch’eng Huang: Dio maggiore delle città e delle fortificazioni. Magistrato spirituale che osservava ogni cosa e riportava informazioni a Shang Ti e Yen Lo. I suoi assistenti erano chiamati volti-da-cavallo, testa-di-bue, Signore Nero e Signore Bianco.

Cheng San-kung: Semidio patrono dei pescatori di fiume.

Cheng Wu: Dio minore del polo nord, guardiano del nord.

Ch'{e}n Nan: Una semi-divinità e congiuratore, evocatore di draghi. Patrono dei congiuratori.

Chiang T’ai Kung: Dio minore dei pescatori di acqua dolce.

Chiang Tzu-ya: Dio minore dei pescatori di acqua salata.

Chiao Kuan: Dio minore del cibo, specialmente associato ai fagioli. Un alleato di Huai Nan Tzu and Kuan Yu.

Ch'{i}h Ching-tzu: Dio maggiore degli elementali del fuoco. Uno dei cinque Wu Lao.

Chih Nu: Dea minore delle stelle e della tessitura, patrona delle tessitrici. Le erano sacri i collezionisti.

Ch'{i}h Sung-tzu: Dio minore della pioggia. Uno dei cinque sovrani della terra. Nemico di Shen Nung.

Chin Chia: Semidio e patrono degli scolari. Nemico di tutti i cattivi scolari.

Ch'{i}n-kuang Wang: Dio minore della prima “sala”, il primo piano, di Ti Yu

Chiu-t'{i}en Lei Kung: Dio minore del tuono. Protegge i fedeli dai disastri.

Ch’os-sky{o}n : Una potente razza talvolta chiamata Generali Demoni. Enormi, e terribilmente forti, hanno un alto intelletto e possiedono il potere dell’Heka; ne fanno però un uso moderato. Sono rappresentati con teste molto grosse, tre occhi e lingue sporgenti (associati a Dharmapal, del pantheon Indù.)

Ch’uang Kung: Dio minore del letto e della gravidanza. Patrono dei bevitori maschili di tea. Marito di Ch’uang Mu.

Ch’uang Mu: Dea minore del letto e della gravidanza. Patrona delle bevitrici di vino. Moglie di Ch’uang Kung.

Chuan-lun Wang: Grande dio della decima e più bassa “sala” di Ti You, il mondo sotterraneo. Il signore di tutti gli dei degli inferi.

Chu Jung: Dio minore dei fuochi e del loro calore. Signore della legge e dell’ordine. E’ rappresentato seduto su una tigre. Il suo simbolo include un serpente di fuoco e una ruota di fuoco.

Chu-ko Liang: Semidio della guerra. Un filosofo e un generale militare alto otto piedi e molto forte

Ch’u-kuang Wang: Dio minore della seconda “sala” di Ti Yu, il mondo sotterraneo.

Chung K’uei: Dio minore degli esorcismi, patrono degli esorcisti. Il suo giorno è il quindici di ogni mese e la quinta luna piena dell’anno.

Chung-li Ch’uan: Un semidio della guarigione capace di rianimare i morti. Uno degli Otto Immortali. E’ rappresentato come un uomo grasso che porta una pesca dell’immortalità in una mano e un ventaglio nell’altra.

Chun T'{i}: Dea maggiore dell’aurora e della luce diurna. Si oppone alla guerra. E’ rappresentata con otto braccia, e in due delle sue mani tiene il sole e la luna.

Da: Spirito aiutante, associato ai mortali da Dab-lha, il dio tibetano della protezione e del trionfo sui nemici.

Dab-lha : Dio tibetano maggiore della protezione e del trionfo sui nemici. E’ rappresentato come un uomo in armatura d’oro, con una spada blu dalla lama infuocata. Dalle sue spalle spuntano una tigre e un leone. E’ rappresentato mentre cavalca un cavallo bianco. I suoi compagni sono potenti, una scimmia nera e un orso. I suoi spiriti aiutanti assegnati ai mortali sono chiamati Da.

Mu: Demoni tibetani di potenza-forza del male fatti di fumo.

Otto Immortali (in cinese, i Pa-Hsien): ognuno è un potentissimo semidio. I membri sono:

Chang Kuo-lao
Chung-li Ch’uan
Han Hsiang Tzu
Ho Hsien-Ku
Lan T’sai-ho
Li T'{i}en-kuai
Lu Tung-pin
T’s{a}o Kuo-chu

Erh Lang: Dio maggiore della forza heka e dei suo uso nel governo. Nipote dell’Imperatore di Giada, Yu Huang Shang Ti. E’ colui che impone i comandi divini, signore del “cane divino”, Tien Kou. E’ un nemico di Chang Hsien.

Fang-chang: la sfera di coloro che sono stati elevati allo stato di semidei. Vedi San Hsien Shan.

Fan-Wang: Dio supremo. Divinità creatrice associata a tutto il cosmo e rimosso da mundane.

Feng Po: Grande dio dei venti. E’ rappresentato come un vecchio con una lunga barba, che veste un mantello bianco e un cappello rosso e tiene in mano la borsa dei venti.

Fu Jen: Dio minore dell’intuito. Figlio di Tung Wang Kung e Wang Mu. Fratello di Hua Lin.

Hai K'{a}ng: Uno dei Ch’i-Hsien. E’ un semidio e ha forma di demonurgist

Han Hsiang Tzu: Semidio. Uno degli Otto Immortali. E’ associato ai fiori, le piante, e la poesia. Le sue rappresentazioni lo mostrano con un cesto di fiori e il suo flauto magico di evocazioni e influenza dei draghi marini.

Hannya: Demone femminile com poteri divini minori ed è divoratrice di bambini.

Heng-E: Dea maggiore della luna. Moglie dell’arciere divino, Hou-I.

Ho Ho Erh-Hsien: i due dei gemelli dell’armonia e della compagnia. Sono patroni dei mercanti e dei vasai. Sono rappresentati come due bassi, grassi uomini che ridono.

Ho Hsien-Ku: uno degli Otto Immortali. Una semidea patrona della casa. Il suo simbolo è il loto sbocciato.

Hou Chi: Dio minore dell’agricoltura e solitamente associato con il miglio.

Hou-I (Yi): Dio maggiore del tiro con l’arco, della caccia e della protezione. Marito di Heng-E, la dea della luna.

Hou T’u: Dio minore del suolo e della sua fertilità.

Hsiao Kung: Semidea dei fiumi, una volta donna mortale.

Hsi-Shen: Dio maggiore della gioia. Era rappresentato mentre portava un cesto in cui spuntavano tre rami di pesco.

Hsi-Shih: Dea minore dei profumi e delle essenze. Una volta era mortale.

Hsi Wang Mu: Grande dea e regina dell’ovest. Nel suo giardino cresce un albero di pesche che produce frutti ogni tremila anni. Le pesche conferiscono immortalità.

Hu: Grande dio dell’oceano settentrionale.

Huai Nan Tzu: Dio minore di tutti i legumi e dei fagioli. Alleato di Chiao Kuan di Kuan Yu.

Hua Lin: Dio minore della longevità. Figlio di Tung Wang Kung e Wang Mu. Fratello di Fu Jen.

Hung Sheng: Grande dio dell’oceano settentrionale.

Khen-Pa: Dio supremo. Signore Tibetano del cielo. Era rappresentato come un anziano con una lunga barba bianca e una tunica. Aveva una bacchetta di cristallo e cavalcava un cane bianco.

Khon-ma: Protettrice del Tibet. Era rappresentata come una donna anziana un naso d’oro mentre cavalcava un enorme ariete dorato. Il suo attendente è Sa-thel-nag-po.

Kuang Ch'{e}ng-Tzu: Semidio che una volta era uno saggio mortale e indovino. Era anche associato alle strategie e alle tattiche belliche. Dal suo medaglione sono i nati I-Ching. Poteva portare vittoria in battaglia. Aveva un forte controllo sugli spiriti malvagi.

Kuan Kung: Grande dio della guerra e uno dei ventiquattro assessori del paradiso.

Kuan Ti: Dio maggiore delle battaglie. Prottettore della direzione sud. Una volta scriba e generale. Patrono degli ufficiali militari. Era accompagnato da Chang Fei e Liu Pei.

Kuan-Yin (Kuan Shih-Yin): Grande dea della pietà. Patrona dei bambini. Portatrice di fertilità e della maturità delle bambine fino all’essere donna. Aveva trentatré forme. Era di solito rappresentata con un loto (purezza.) Kuan-yin possedeva un’acqua guaritiva e un gioiello che avverava i desideri.

Kuan Yu: Dio minore della guerra che vendeva germogli di fagiolo in giovinezza quando era mortale. Un alleato di Chiao Kuan e Huai Nan Tzu.

K'{u}ei Hsing: Semidio, una volta filosofo e saggio. Signore della letteratura e patrono dell’intelligenza e del resistenza fisica. Era rappresentato come un piccolo e brutto uomo con un drago del mare ai suoi piedi.

Kuei Shang: Dio maggiore della letteratura, della poesia, della scrittura. Signore di tutte le divinità inferiori della letteratura.

Kuo Tzu-i: Semidio, una volta scriba e ministro. Signore della felicità.

Lan Ts’ai-ho: Semidea. Una degli Otto Immortali. Patrona degli erboristi e dei fiorai. Rappresentata come una donna vestita di blu con un piede nudo e un altro calzato.

Lei Kung: Supremo dio del tuono e del male. Era rappresentato come un uomo nero, con un orribile volto demoniaco, ali da pipistrello, testa di scimmia, becco d’aquila e piedi artigliati. Teneva tra le mani un martello e un scalpello. La sua assistente era la dea Tien Mu.

Lha: Demoni minori del pantheon tibetano che servivano le loro divinità.

Lha-mo: Demonessa tibetata della morte. Era rappresentata come un’orribile megera che cavalcava un mulo dalla faccia bianca contornato dalle fiamme. Era avvolta da una pelle umana appena scuoiata, seduta su un essere umano, mentre mangia il suo cervello e ne beve il sangue dal teschio.

Li T'{i}en-kuai: Semidio e guerriero bellissimo. Uno degli Otto Immortali. Era patrono di chi viaggiava astralmente o che entrava negli altri piani. Era rappresentato come un vecchio che soffiava dalla bocca una bolla di vento, formando un uomo che cavalcava un bastone, un cavallo o una rana.

Liu Ling: Semi-divinità dell’ebbrezza e patrona della negromanzia. Una dei Sette Immortali del Male.

Liu Pei: Un semidio militare, compagno di Chang Fei e servo di Kuan Ti.

Lung: temine generico per tutti i draghi. Nonostante ciò, questi erano altri nomi a loro associati:
Lung Chiao: Draghi di acqua dolce o delle montagne
Lung Li: Draghi degli oceani e dei mari
Lung Lung: Draghi dei cieli e dell’aria
Lung Wang: Re Drago.

Lung Chiao: Draghi di acqua dolce (inclusa la pioggia) o delle montagne con poteri semi-divini. Draghi dei cinque punti cardinali (nord, sud, est, ovest e il centro).

Lung Li: Draghi degli oceani e del mare con potere semi-divino.

Lung Lung: Draghi dei cieli e dell’aria. I loro poteri erano divini. Erano anche i draghi delle stagioni (primavera, estate, autunno, inverno.)

Lung Wang: Grande divinità e re di tutti i draghi. Era il signore degli elementali dell’acqua e colui che portava la pioggia.

Lu Pan: Dio minore dell’architettura. Patrono dei costruttori e di chi commerciava in costruzioni.

Lu-tsu: Dio minore dei barbieri e di coloro che avevano la sorte avversa. Era mostrato armato di spada.

Ma-mo: Demonessa tibetana con forza semi-divina. Portatrice di malattia e morte. Consorte di demoni, diavoli e fanatici.

Ma Tzu P’o: Dea suprema del tempo atmosferico e del paradiso. Protettrice dei viaggiatori.

Mu Kung: Dio maggiore del piano dell’elementale terra. Uno dei Wu Lao, i cinque dei elementali.

Na Cha: Grande dio e guardiano dell’ingresso alle sfere del paradiso. Comandante dei guerrieri celesti. Conosciuto come il Terzo Principe.

Nan-Iha : Dio tibetano minore delle mura domestiche. Rappresentato con una testa di maiale.

Pa Cha: Dio minore degli uccelli, protettore dei raccolti, e nemico degli insetti molesti come locuste e cavallette. Rappresentato come un uomo con un becco d’uccello. Il suo colore è blu-verde, e i suoi capelli sono rossi. Detiene un zucca che contiene un’insetticida infallibile.

Pa-Hsien: Vedi gli Otto Immortali.

Pak Tai: Dio maggiore dell’astrologia e della divinazione, protettore del punto cardinale Nord. Fa parte dell’altare oscuro.

Palden Lhamo : Suprema Dea Tibetana del Male. E’ rappresentata come un’orribile megera con lunghe zanne e tre gambe. In una mano tiene un teschio dal quale beve sangue. Cavalca un mulo avvolto da serpenti vivi e una borsa di pelle umana dove è mostrato un essere umano mentre viene calpestato.

P’ang Ch'{e}: Dea minore. La dea bianca che giudica gli spiriti dei defunti. Una delle tre.

P’ang Chiao: Dea minore. La dea rossa che giudica gli spiriti dei defunti. Una delle tre.

P’ang Chu: Dea minore. La dea verde che giudica gli spiriti dei defunti. Una delle tre.

P’an-ku: Suprema divinità creatrice e Dio gigantesco. E’ spesso rappresentato come un nano che veste una pelle d’orso sul quale è disegnato il simbolo dello yang e dello yin.

Pao Kung: Grande dio della legge, dell’ordine e della gustizia e magistrato dei piani celestiali. Amministra il governo e giudica le divinità inferiori che hanno trasgredito.

Pe Har (or Pe Kar; Bon): Demone tibetano e re di tutti i nemici con immensi poteri divini. E’ patrono di tutte le congiure maligne e distruttive, della divinazione, della negromanzia, e della magia.

P’eng-lai: Una sfera di semidei. vedi San Hsien Shan.

Pien Ch'{i}ao: Semidio e patrono degli erboristi. Una volta negoziante e guaritore mortale.

P’ing-Teng: Dio minore. Signore dell’ottavo piano degli inferi, Ti Yu.

Gal-po : Re tibetani nemici dei poteri semi-divini.

San Chou Niang Niang: Suprema dea e regina delle tre sfere del. E’ chiamata “Signora di Giada”.

San Hsien Shan: le tre sfere dei deizzati, gli immortali, spesso chiamate le “Tre montagne degli immortali”. Il signore di queste sfere è San Chou Niang Niang. Le tre sfere sono: Fang-chang
P’eng-lai
Ying-chow

Sao Ch’ing Niang: Dea maggiore del cielo sereno e del bel tempo, talvolta chiamata “la Dea Scopa” perché pulisce dalle nuvole i cieli.

Sa-thel-nag-po : Dio minore tibetano del massacro. E’ il più importante attendente della dea Khon-ma.

Sette Immortali del Male: Nella mitologia cinese, i Ch’i-Hsien. Ognuno dei Sette Immortali Maligni sono semi-divinità. Sono:

Hai K'{a}ng
Liu Ling
Shan T’ao
Wang Jung
(Altri tre devono ancora essere scoperti…)

Shang-Ti: Dio supremo. Il signore dei cieli e dello spazio chiamato Imperatore Superiore.

Shan T’ao: Semidio e uno dei Sette Immortali Maligni, i Ch'{i}-Hsien. Patrono delle ambizioni senza scrupoli. Rappresentato come un vecchio con un bastone.

Shen Nung: Dio minore dell’agricoltura e mandante del vento bruciante. Uno dei cinque sovrani della terra, nemico di Ch'{i}h Sung-tzu. E’ rappresentato come un uomo con la testa di bue

Shou Hsing: Semidio della longevità. Una volta saggio mortale chiamato Tung Fang So. E’ rappresentato come un ufficiale con tre pesche dell’immortalità, seduto su un cervo.

Sh{u}: Dio minore dell’oceano Meridionale.

Shui Ching-tzu: Dio maggiore dell’elementale Acqua. Una delle cinque divinità elementali, i Wu Lao.

Tag-Mar: Demone e divinità tibetana maggiore del Male. “Il Demone Tigre Rossa”. E’ rappresentata come un umanoide con la testa di tigre.

T’ai Shan: Vedi Yu Huang.

T’ai-shan Kun Wang: Dio minore del settimo piano degli inferi di Ti Yu

Ta-Lo: Il più alto (Trentaseiesimo) piano celeste. Casa di Yu Huang.

Tam-Din: Demone e divinità malvagia tibetana. “Il Demone dalla Testa di Cavallo”. E’ rappresentato come un umanoide dalla testa di cavallo.

Tao Fu: Dea minore del tempo e serva della dea della stella del nord, Tou Mu, compagna di Yu Pi.

Tao Chu: Supremo di dello Yang e dello Yin, signore dei piani positivo e negativo.

Tao Hua Hsien Nui: Grande dea della primvera, delle fioriture e del matrimonio. Chiamata la “Ragazza del Pesco Sbocciato”

Tien Hou: Dea minore del mare e dei fiumi. Una volta era una maga mortale.

Tien Kou: “Il cane del paradiso” con poteri di una divinità minore. E’ un feroce essere simile ad un cane, che funge da guardiano e da regolatore delle divinità celesti. Il suo padrone è Erh Lang.

Tien Mu: Dea minore del tuoni. E’ assistente di Lei Kung.

Tin Hau: Dea maggiore dell’alba e dell’intuito.

Ti Yu: Il mondo sotterraneo dai dieci piani e dalle molte sfere, dove certi spiriti dei morti devono sostare. I signori dei dieci piani sono:

Primo: Ch'{i}n-kuang Wang
Secondo: Ch’u-kuang Wang
Terzo: Sung-ti Wang
Quarto: Wu-kuan Wang
Quinto: Yen-mo Wang
Sesto: Pien ch’eng
Settimo: T’ai-shan Kun Wang
Ottavo: P'{i}ng-Teng
Nono: Tu-shi
Decimo: Chuan-lun Wang

Tou Mou: Grande dea della misura e delle tre dimensioni: lunghezza, altezza e profondità.

Tou Mu: Grande dea della stella del nord, signora dell’universo, spesso rappresentata semplicemente come un fiore di loto. E’ servita da Tao Fu e Yu Pi.

Ts’ai Shen: Dio minore della ricchezza. Una volta un saggio mortale chiamato Pin Kan.

Tsao Chun: Dio minore della terra e dei fuochi. Protettore contro gli incendi.

Ts’ao Kuo-chu (Tsao Kuo-chiu): Semidio e uno degli Otto Immortali. Patrono dei nobili.

Tsao Shen (Tsao Wang): Dio minore della cucina. Patrono di tutti i cuochi e gli chef.

Ts’ien K’eng: Dio minore delle onde; patrono di coloro che cercano la giovinezza. Una volta mortale.

Ta-mgrim : Dio Malvagio maggiore della paura, massacri e della vendetta. E’ rappresentato con una testa di cavallo che spunta dai suoi capelli e un’ascia in una mano.

Tung Wang Kung: Grande dio della direzione ovest e protettore dell’oriente. Protettore dello yang e signore degli Immortali. Consorte di Wang Mu. Padre di Fu Jen e Hua Lin e di molte altre divinità minori.

Tu-shi: Dio maggiore del nono piano del mondo sotterraneo, Ti Yu.

T’u Ti: Dio maggiore della crescita delle piante, patrono dei contadini e degli agricoltori. Associato alla fertilità e all’agricoltura.

Van-xuong: Dio maggiore. Divinità della letteratura del sud. Patrono dell’Indocina. E’ rappresentato come un uomo con in mano una penna d’uccello per scrivere.

Wang Jung: Semidio della gratificazione del piacere e dell’egoismo. Uno dei Sette Immortali Maligni.

Wang Mu (Hsi Wang Mu): Dea suprema dell’elementale Heka. Signora dello yin e dei paradiso orientali. Consorte di Tung Wang Kung. Madre di molte divinità, inclusa Fu Jen e il dio della logevità, e Hua Lin. Una delle cinque divinità degli elementali, i Wu Lao. E’ servita da cinque semidee (una per ogni punto cardinale) chiamate “Signore di Giada”. E’ rappresentata mentre cavalca una magica gru gigante (simbolo di longevità.)

Wei To: Dio minore guardiano dei loghi sacri.

Wen Chang Ti-chun: Dio maggiore della letteratura del nord. Un mortale deificato una volta chiamato Ya-Tzu. Wong Tai Sin: Dio minore delle scommesse. Rappresentato come una figura di giovane ragazzino talvolta chiamato “Fata del Pino Rosso”.

Wu-kuan Wang: Dio minore del quarto piano degli inferi, Ti Yu.

Wu Kung Ching: Il nero demone centipede e dio maggiore degli insetti velenosi, degli aracnidi e dei millepiedi. E’ rappresentato come un guerriero con barba e baffi neri, avvolto in un’armatura nera, mentre brandisce due spade.

Wu Lao: Le cinque divinità dei piani elementali. Sono:

Ch'{i}n Ching-tzu: Dio Elementale del Fuoco
Huang Lao: Dio Elementale del Terra
Mu Kung: Dio Elementale del Aria
Shui Ching-tzu: Dio Elementale del Acqua
Wang Mu: Goddess Dio Elementale del Heka

Wu ta chia: Le cinque grandi famiglie, ossia le cinque razze animali con cui i teriantropi hanno avuto esperienza e contatto. Questi animali sono: Volpe, istrice, topo, serpente e donnola.

Yang Ching: Dio Capra maggiore degli animali selvatici, protettore di quelli che sostano nel deserto.

Yao: Semidio e patrono degli ufficiali del governo. Uno scriba ed eroe deizzato.

Yao Wang: Supremo dio della guarigione, signore di tutte quante le divinità.

Yen Kung: Dio minore dei viaggiatori. Un mortale deizzato.

Yen-mo Wang: Dio minore del quinto piano degli inferi, Ti Yu.

Yi: Vedi Hou-I.

Ying-chow: Una sfera di semidei. Vedi San Hsien Shan.

Yuan-Shih T’ien-Tsun: Supremo dio creatore e divinità insondabile. Vive sul piano “montagna di giada” chiamato Yu Shan, il più alto dei piani astrali.

Yu Huang (Yu Huang Shang Ti): Supremo dio chiamato Imperatore di Giada. Dio di purezza e perfezione. Ci si riferisce a lui come a T’ai Shan, l’Imperatore di Giada. Il suo piano è Ta-Lo, il piano di giada.

Yu Pi: Dea minore dello spazio e serva della dea della stella del nord, Tou Mu, compagna di Tao Fu.

Yu Shan: Alto piano di natura astrale, la “montagna di giada”, e casa di Yuan-Shih T’ien-Tsun.

Yu Shih: Grande dio del tempo atmosferico. Signore della pioggia. E’ rappresentato con un armatura di scaglie gialla mentre urla cavalcando in mezzo alle nuvole.

vedi anche: