Tanogabo
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Articoli nella categoria Opera lirica

L’uno al capestro, l’altra fra le mie...

L’uno al capestro, l’altra fra le mie braccia

di Sandro Boccia   L’UNO AL CAPESTRO, L’ALTRA FRA LE MIE BRACCIA . . “Innamorarsi” di Scarpia, capirne la malvagità irrimediabile, dedicargli i tre accordi iniziali è il più onesto saluto indirizzato da un compositor europeo al secolo (ricordi caro lettor?) che s’apria 100 anni fa. Subito, pria ancor che s’alzi il sipario, con un […]

Due lavori su Gioacchino Rossini: ...

di Sandro Boccia .   ROSSINI VISTO DA VICINO Rossini e i suoi vorticosi “crescendo”, Rossini e l’ammiccante cavatina del “Barbiere”, Rossini e…tutto apparentemente congiura a ben fissare nella memoria l’immagine del musicista, a ben guardare, spumeggiante, disimpegnato, dedito ai vari piaceri della vita, non ultimi quelli della buona tavola, reali e veri? Gli esperti […]

L’antagonismo Verdi-Wagner e la quest...

di Sandro Boccia . L’ANTAGONISMO VERDI-WAGNER E LA QUESTIONE “STOLZ” . La vita musicale italiama di fronte alla prepotente ascesa di Wagner e della strumentale musica tedesca, attraversa un momento di radicale trasformazione, anche nelle forme e nel modo di proporsi all’ascolto. La fondamentale questione del momento è l’antagonismo Wagner-Verdi. Wagneriani entusiasti e fanatici contestano […]

Verdi al cinema e nel cinema

di Sandro Boccia . IL CINEMA E VERDI . Il cinema nel suo primo secolo di vita ha soppiantato nella cultura popolare l’opera lirica, lo spettacolo che nell’800 era stato un fulcro della civiltà occidentale. Questo passaggio di consegne è raccontato tutto nel film là per là “Novecento” di Bertolucci, nella figura di un pitocco […]

Elvira e Giacomo Puccini: un amore pa...

di Sandro Boccia   GIACOMO E ELVIRA . Elvira e Giacomo non erano fatti per intendersi e tanto meno per completarsi. Inver i loro rapporti consistevano nella difficile convivenza tra due caratteri nemici ma tra due comportamenti che furono, in quasi tutte le occasioni, opposti. Soltanto l’età, bontà loro, pose fine alla discordia concedendo anni […]

L’opera Turandot, l’incom...

di Sandro Boccia . TURANDOT   Nel marzo del 1920 con Renato Simoni si apre il cantiere di “Turandot”. All’inizio del ’21 Puccini conosce l’ultima donna importante della sua vita, l’austriaco soprano Rose Ader, con cui rimarrà in relazione sino alla tarda primavera del ’23. Man mano vengon completati i lavori nella villa di Viareggio […]

Castel Sant’Angelo… secon...

Castel Sant’Angelo… secondo Sandro Boccia

Gli amici che mi chiedono ulteriori notizie su Sandro Boccia possono avere alcune delucidazioni collegandosi con una delle sue tante pubblicazioni. Nello specifico consiglio la lettura della parte iniziale di  “Roma tra miti e Leggende” pubblicato in: archive.org   CASTEL SANT’ANGELO In fondo al più bel ponte di quelli antichi, proprio sul retro, con le […]

Due lavori sull’opera lirica &#...

Due lavori sull’opera lirica “La Traviata”

di Sandro Boccia . LA TRAVIATA: IL DIRITTO AL SENTIMENTO. Come più volte detto, insieme al “Rigoletto” e al “Trovatore” la “Traviata” forma la cd. “trilogia popolare” di Verdi. “Popolare” va inteso come sinonimo, come orma di “universale”, cioè in grado di soddisfare qualunque pubblico, svincolandosi da fattori quali il livello di preparazione culturale, lo […]

Rigoletto, una “lettura” ...

di Sandro Boccia E arriva Rigoletto, melodramma in tre atti, libretto di Piave, da Hugo, rappresentato alla Fenice lagunar l’11 marzo del ’51. Ci troviam a Mantova, nel XVI secolo: il duca libertino seduce Gilda, la figlia di Rigoletto, il buffone di corte gobbo e sciancato, che per vendetta assolda il sicario Sparafucile, disposto all’omicidio […]