Una pagina tratta dal mio vecchio sito e postata nel 2007 

.

Gianfranco Ravasi
Gianfranco Ravasi

La navigazione

Il Signore ci conceda di navigare con vento favorevole su una nave veloce, di sostare in porti sicuri, di non conoscere prove più gravi di quanto possiamo sostenere, di non incorrere nei naufragi della fede, di possedere una calma profonda e, nel caso che qualche evento sommuova contro di noi i flutti di questo mondo, di avere vigilante al timone il Signore Gesù il quale plachi la tempesta e stenda sul mare la bonaccia. 

Questa è per me una giornata particolare, come potrete apprendere dalle pagine del giornale (Avvenire ndr): il Papa Benedetto XVI ha impresso una svolta decisiva alla mia vita personale e sacerdotale. Ho voluto, allora, chiedere a tutti i lettori, che mi seguono da anni, di accompagnarmi in questo momento importante con una preghiera. Essa vale innanzitutto per me, ma incarna anche la speranza di tutti. Le parole sono di un santo che per molti anni ha scandito simbolicamente la mia esistenza quotidiana, nella Biblioteca Ambrosiana di Milano, il grande vescovo Ambrogio. 
L’invocazione è nella sua opera I sei giorni della creazione e ha al centro l’immagine della navigazione, una parabola frequente per rappresentare la vicenda umana di una persona. I rischi sono sempre in agguato ma si aprono anche orizzonti nuovi e luminosi; c’è il momento della tempesta in alto mare ma anche quello della quiete nel porto sicuro. Prove e gioie, riso e lacrime, vita e morte, amicizie e incomprensioni sono nella trama vitale di tutti. Ma ciò che conta è intravedere al timone la figura di Cristo, come era accaduto in quel giorno di bufera sul lago di Tiberiade. È questo l’augurio che rivolgo ai miei lettori per la loro vita e anche a me per il mio nuovo futuro. 

Gianfranco Ravasi 

 .

linea separatrice

,

Il Prefetto della Biblioteca Ambrosiana lascia Milano per diventare il nuovo «ministro della Cultura» del Vaticano. Monsignor Gianfranco Ravasi, nato a Merate, classe 1942, sacerdote dal 1966, biblista, autore di numerosissimi libri e apprezzato commentatore televisivo (seguitissimo il suo commento alle letture della domenica su Canale 5) sarà il successore del dimissionario cardinale francese Paul Poupard nell’incarico di Presidente del Pontificio Consiglio per la cultura. Ma avrà anche la delega della presidenza delle commissioni per i Beni culturali della Chiesa e per l’Archeologia sacra. Grazie a questo accorpamento, al sacerdote ambrosiano verrà affidato un super-dicastero culturale. Ravasi sarà consacrato vescovo da Benedetto XVI, nella prima delle ordinazioni episcopali da lui presieduta dopo l’elezione, che si svolgerà in Vaticano il prossimo 29 settembre e vedrà tra i neo-vescovi anche un altro Prefetto, quello dell’Archivio segreto vaticano, e pure quello di un altro prete ambrosiano, Vincenzo Di Mauro, nuovo segretario della Prefettura degli affari economici della Santa Sede.
Ravasi conosce il greco (incominciò a studiarlo dopo la quinta elementare, da solo, attirato «da quelle 64327 parole che compongono i quattro Vangeli in lingua orientale») e l’ebraico, oltre a una dozzina di altre lingue antiche e moderne. È un grande studioso della Sacra Scrittura che ha sempre saputo unire la competenza e la profondità alla capacità divulgativa, riuscendo a farsi capire da tutti. Per questo i suoi libri e i suoi articoli hanno sempre riscosso un grande successo. Collaboratore fisso del quotidiano cattolico Avvenire, dove scrive il corsivo quotidiano «Mattutino», è arrivato alla guida della Biblioteca Ambrosiana nel 1989, contribuendo a esaltarne il ruolo e la visibilità con iniziative di altissimo livello culturale.
Il suo ultimo contributo dato alle stampe è dedicato a Le parole di Paolo (San Paolo Edizioni) e si compone di due parti: una firmata da lui, la seconda scritta dal teologo Raimond Pannikar, esperto di religioni orientali. Nelle ultime settimane qualcuno ha fatto notare sulla stampa che talune posizioni espresse da Ravasi in merito all’interpretazione della Scrittura non erano in passato state ben accolte da tutti, in Vaticano. Ma Benedetto XVI conosce bene il Prefetto dell’Ambrosiana e il suo importante curriculum (Andrea Tornielli da ilGiornale)

.

vedi anche:

2 Comments

  1. Pingback: Gianfranco Ravasi – Tre brevi scritti – Tanogabo.com

  2. Pingback: Gianfranco Ravasi – Quattro scritti su Maria – Tanogabo.com

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.