Tanogabo
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Britomartis (dolce fanciulla)

 

Lo statere d’argento di Cydonia che rappresenta Britomartis con i capelli raccolti a corona

Dea cretese della fertilità, figlia di Carme e Zeus, protettrice della caccia e della pesca, venerata in modo particolare nella città cretese di Cydonia ed identificata in seguito con Artemide. Il suo nome, in dialetto cretese, significa “dolce fanciulla” o “dolce vergine”.

Alcune fonti affermano che fu una ninfa cacciatrice. Minosse si innamorò di lei, ma ella fuggì verso un bosco dedicato ad Artemide e si nascose per circa nove mesi. Per sottrarsi alle continue profferte d’amore di Minosse, si gettò in mare ma fu salvata da alcuni pescatori, dal che ricevette l’epiteto di Dittinna (greco “díktyon” = “rete”), forse anche perché era solita cacciare con le reti.
Britomartis raggiunse così sana e salva l’isola di Egina, dove fu venerata e fu assunta da Artemide fra gli dèi.
Tutti i suoi nomi e tutte le sue caratteristiche sembrano collegati al culto della luna e ai riti della fertilità e fanno di Britomartis una variazione sul tema della Dea Madre eterna. Non si può parlare di Britomartis senza citare Afaia, nome di diverse figure raccontate nei miti dell’antica Grecia. Secondo Antonino Liberale, Afaia, venerata già ai tempi micenei, soprattutto nell’isola di Egina, è identificata con la ninfa di Creta Britomartis Pausanias.

Afaia deriva dal greco e significa “scomparso” e ciò si rifà all’intervento di Artemide per salvare la sua protetta assumendola tra gli dei. A ricordarci tutto è anche la presenza nell’isola, ad una distanza di 4 km da Agia Marina, su una collina, del tempio di Afea (Aphaia o Afaia).

Resti del Tempio di Afea

È un tempio periptero, in stile dorico; nelle fondamenta, si distinguono vestigia di un tempio precedente. Si conservano 24 delle 34 colonne del peristilio, parte del fregio, restaurato, due colonne del pronao ed anche resti di propilei, di un altare e degli alloggi dei sacerdoti. Afea, una divinità poco conosciuta dai Greci, fu sostituita da Atena per incoraggiarli nella guerra di Troia. Per questa ragione, il tempio oggi è conosciuto anche come tempio di Atena Aphaia (Afea).

.

tratta da: tanogaboblog.it

Similar posts
  • Thor, il dio del tuono
    Thor è una tra le figure escatologiche più importanti della cultura Norrena. Con mitologia norrena, mitologia nordica, mitologia vichinga o mitologia scandinava ci si riferisce alle credenze religiose precristiane e alle leggende di popoli scandinavi, inclusi quelli che colonizzarono l’Islanda e le Isole Faer-Oer, dove le fonti scritte della mitologia norrena furono assemblate… La mitologia […]

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.