Giotto - San Francesco riceve le stimmate
Giotto – San Francesco riceve le stimmate

La figura di San Paolo con le stimmate giunge quasi nuova ai nostri occhi eppure, facendo ricerche approfondite a riguardo, risulta essere uno dei primi casi, se non il primo, di devoti marchiati dai segni di Dio a pochi anni dalla scomparsa di Cristo.
La testimonianza verrebbe da una lettera inviata dal santo ai Galati che recita così:
D’ora in poi nessuno mi dia fastidio: infatti porto nel mio corpo le stimmate del Signore Gesù”.
La descrizione è molto chiara e considerando il fatto che il Santo fu uno dei più vicini alla parola del Signore possiamo davvero credere che questo uomo ricevette i segni della crocefissione. 

Nell’epoca medioevale abbiamo San Francesco d’Assisi il quale, dopo una vita non propria ordinaria, decise, in seguito a una visione di Dio durante una funzione, di dedicarsi a una vita di asceta nel culto di Gesù.
Col tempo la sua fede divenne molto forte, tanto da ricevere le stimmate che portò fino alla morte.
Un certo Tommaso da Celano, noto biografo del santo ci dice:
Le sue mani e i suoi piedi apparivano come perforate nel mezzo dai chiodi; si notavano le capocchie dei chiodi della parte interna delle mani e in quella superiore dei piedi e le punte che uscivano dalla parte opposta”.

San Pio da Pietralcina
San Pio da Pietralcina

Arriviamo al XIX-XX secolo. Abbiamo la figura di padre Pio da Pietrelcina (1887-1968). Frate come San Francesco d’Assisi, dopo una lunga serie di apparizioni e tentazioni del demonio iniziate pare durante l’infanzia, in un settembre del 1918 mentre era raccolto in preghiera ricevette le stimmate perdendo notevoli quantità di sangue.

Il fenomeno avrebbe accompagnato lo sfortunato frate fino alla fine dei suoi giorni. In questo caso non si hanno dubbi sulla veridicità del fenomeno poiché le immagini di questa figura sono spesso quelle di un uomo anziano, sofferente, con croste di colorito rosso-marrone sulle palme delle manie e ai piedi. Tuttavia, come nel caso precedente, l’autore di questo atto rimane ignoto ai nostri occhi. In entrambi i casi sembra che il ricevere questi doni possa essere quasi una sorta di iniziazione alla santità e alla capacità di fare miracoli come vengono a dimostrare le numerose guarigioni del santo di Pietrelcina e quello d’Assisi (ma per dovere di cronaca è giusto citare alcuni studi recenti, che dimostrerebbero la falsità delle stimmate di Padre Pio. Egli infatti se le sarebbe provocate da sé, con dell’acido. Per saperne di più: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=215101 ).

Santa Gemma Galgani riceve le stimmate
Santa Gemma Galgani riceve le stimmate

Rimanendo nello stesso periodo abbiamo la figura di una ragazza italiana, Gemma Galgani, divenuta famosa per la sua forte devozione nei confronti della religione.
Quest’ultima aveva uno scopo ben preciso in quanto era affetta da tubercolosi e siccome i sistemi medici dell’epoca erano molto arretrati, le possibilità di salvarla erano minime.
Con le sue continue preghiere la malattie cominciò a regredire ma durante un venerdì notte, la ragazza fu trovata con la schiena coperta di sangue e con i segni della flagellazione; il fenomeno fu seguito poi anche dal manifestarsi delle classiche stimmate. Due anni dopo sarebbe morta! Il caso è molto interessante ma il fattore malattia tende a essere presente quindi si potrebbe pensare anche che si tratti di segni causati dal virus della stessa tubercolosi oppure a qualche altra malattia sconosciuta, forse di natura psicologica.
La scienza e la religione possono dare in entrambi i casi risposte esauriente ma il più delle volte tendono a scontrarsi.

Arrivando poi al XX sec. abbiamo casi molto interessanti.

Teresa Neumann
Teresa Neumann

Il primo caso è quella della bavarese Theresa Nuemann divenuta famosa per le sue copiose stimmate che si manifestavano durante la settimana santa, in particolare durante il Venerdì – proprio il giorno in cui Gesù potrebbe essere stato crocifisso (ammettendone l’esistenza; infatti, non si hanno nemmeno prove certe dell’esistenza di Cristo, ndr). Appena ventenne Theresa assistette a un incendio che si dice causò in lei una cecità isterica e una paralisi che la accompagnò fino alla morte; per questa malattia si dice infatti che alla sfortunata donna siano toccati i primi segni delle stimmate. In particolare possiamo ricordare gli abbondanti flussi di sangue che sgorgavano non solo e in particolare dai suoi occhi ma anche da mani e piedi. Non possiamo dire se fu esclusivamente la sua malattia a portagli i segni oppure fu un dono che volle darle Dio in seguito ai suoi dolori. Certo è che la donna non è ricordata per essere stata una grande devota. Ciò ci ricollega al prossimo caso; quello di Claretta Robertson un’afro-americana atea che nel 1972 ricevette i segni delle stimmate in seguito alla visione di un film sulla crocifissione. Il fenomeno pare si sia verificato qualche settimana prima di quella santa per terminare il Venerdì prima della Pasqua senza ricomparire mai più. Molti scienziati sono incuriositi a riguardo poiché la donna non era assolutamente credente e quindi come può essere accaduta questa cosa, visto che nel corso della Storia il fenomeno è stato riscontrato quasi esclusivamente sul corpo di persone particolarmente devote? Inoltre la donna non era affetta da nessun tipo di malattia psicofisica, stando almeno a quanto ci dicono i medici che la visitarono in seguito al verificarsi del fenomeno. Possiamo pensare che la visione del film sulla crocifissione potrebbe aver indotto a un certo punto la donna a cambiare opinione sulle proprie credenze a tal punto da poter ricevere le stimmate?

Concludiamo questo elenco con il noto Giorgio Bongiovanni. In seguito a una visita al santuario di Fatima l’uomo iniziò ad avere le stimmate, in concomitanza, prima e anche dopo, con una serie di presunte visioni della Vergine. Il caso è molto interessante poiché con questo uomo la connessione ufo-religione è più forte che ma; infatti le apparizioni della Vergine sarebbero in realtà segnali che i pii nordici, che secondo alcuni sarebbero i creatori della razza umana, vogliano darci per salvarci dalla decadenza. Stando a ciò potremmo pensare che dietro alle stimmate e alla apparizione della Vergine ci siano stati sempre loro? Tanto i nordici quanto i famosi alieni-cavalletta? I rettiloidi? Non possiamo dare conferme a queste domande ma allo stesso tempo non si può nemmeno escludere questi elementi! Un immane vicolo cieco si staglia davanti a questo fenomeno.

Questi sono i casi più noti nella storia delle stimmate, eppure oggigiorno numerosi fedeli e gente comune continua ad affermare di aver ricevuto i segni del Signore. Spesso numerosi di questi casi sono falsi, alcuni sono più interessanti di altri, ma comunque il tutto continua a rappresentare ancora oggi uno dei più grandi misteri del mondo. Non si sa se attribuire il caso a semplici malattie di carattere fisico o mentale o all’intervento degli alieni, a esseri occulti o a Dio… 
Per il momento, rimangono un mistero.

.

linea separatrice

.

Un lettore, che si firma, mi scrive:

Le stimmate sono false poiché la Bibbia dice che stimmate (sofferenza=segni) sono portate “dentro” e non fuori il corpo, così come ci viene indicato dall’apostolo Paolo nella lettera ai Galati. I falsi, ovvero tutto quello che è falso, viene sempre alla luce dice il Signore. Smettetela di ingannare il popolo.

A questo punto gli rispondo:
Ti invito, se ti va, a scrivere un articolo documentato che possa essere pubblicato e sarà mio dovere inserirlo nel sito. Ti ricordo che il sito è a carattere amatoriale e non ha scopo di lucro.

Il lettore risponde scrivendomi:
Gentilissimo Gaetano ma per te quali scritti esplicativi hanno senso nella tua vita terrena e spirituale: quelli che appartengono agli uomini o a Dio? Desidero ricordarti “da cristiano” che la Bibbia, ovvero che gli scritti evangelici appartengono a Dio. Molta gente, quasi di routine, ripete e/o pronuncia in ogni occasione sia liturgica che quando predica <Parola di Dio> finendo poi per considerarla generica e magari non esaustiva Comunque, aldilà della genericità che avrei usato come cristiano che si fida della Parola di Dio non posso non usare questo metro di misura spirituale per discernere la verità dalla bugia e le cose che provengono da Dio o dal demonio. La chiesa e la “sacra Bibbia” sulle stigmate dicono questo e tu?: 
 

Il giudizio della Chiesa (da internet)

La Chiesa, pur riconoscendo genericamente l’origine soprannaturale del fenomeno, si mostra assai prudente nella valutazione dei singoli casi. L’esame del singolo fenomeno viene peraltro effettuato sempre dopo la morte della persona stigmatizzata. (ndr: http://it.cathopedia.org/wiki/Stimmate)

.

DIVERSE TRADUZIONI:

Galati 6,17
D’ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: difatti io porto le stigmate di Gesù nel mio corpo.

Galati 6:17-18
17 
Del resto nessuno mi dia molestia, perché io porto nel mio corpo il contrassegno del Signore Gesú.

Galati 6,17
17 
D’ora in poi, nessuno mi dia più noie, perché porto nel mio corpo le cicatrici subite nel servire Gesù.

2Corinzi 1:5
perché, come abbondano in noi le sofferenze di Cristo, così, per mezzo di Cristo, abbonda anche la nostra consolazione.

2Corinzi 4:10
portiamo sempre nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo;

Colossesi 1:24
Il combattimento dell’apostolo

Ora sono lieto di soffrire per voi; e quel che manca alle afflizioni di Cristo lo compio nella mia carne a favore del suo corpo che è la chiesa.

Come vedi Gaetano l’apostolo Paolo ci dice che le stigmate = segni= sofferenza sono portati all’interno del corpo e non SUL o ESTERNAMENTE / FUORI al corpo. Un cristiano che va oltre e non si attiene con fermezza al messaggio di Paolo si espone ad essere preda facile del falso vangelo di satana che come dovresti sapere, lui ne ha uno tutto suo. Grazie per lo spazio che fin qui mi hai concesso di testimoniare a favore della Verità cristiana e spero in Dio che anche tu possa fare altrettanto.

Che il Signore ci benedica.