Antiche culture condividono la stessa icona religiosa: gli animali o gli oggetti contenuti nelle due mani simboleggiano gli opposti, mentre l’essere in mezzo rappresenta l’eterno superiore e centrato.
Questi simboli enigmatici toccarono tutte le culture attraverso l’impero Anunnaki?
Non c’erano navi, niente internet, niente aeroplani, è impossibile che culture sconosciute possano usare lo stesso simbolo, sempre come un’icona di potere e conoscenza, collocate spesso all’ingresso dei Templi.
Il toro, Zeus, Poseidon e il bisonte e la stella polare erano anche simboli di Atlantide. 

Desidero chiudere questo breve post invitandovi a riflettere su una frase di Giorgio de Santillana, uno storico e filosofo scientifico italoamericano:
I risultati visibili di culture antiche, come le piramidi o la metallurgia, sono una ragione più che sufficiente per dedurre che c’erano esseri umani intelligenti, che devono aver usato un linguaggio tecnico“.