da un appunto di Nuccia Di Franco Lino

Il senso dell’umorismo è innato in alcune persone e non può essere suggerito da situazioni esterne o da atteggiamenti personali.

Nunzio Di Franco (1906-1969) - Foto scattata in Inghilterra nel 1946.

Nunzio Di Franco (1906-1969) – Foto scattata in Inghilterra nel 1946.

Mio padre fu dotato di un humour spontaneo e genuino, che alleggeriva alcune sue frasi rivolte a familiari e amici. Nel corso della sua vita fu a contatto, suo malgrado, con la lingua inglese da prigioniero di guerra (1940 -1946) e nel dopo guerra sfornò alcune definizioni, simili al kenning (plurale: kenningar) di origine norrena (antico norvegese), adottato da Celti e Anglosassoni, e usato anche dall’ Inglese moderno, es. devil’s dandruff < forfora del diavolo, cioè: cocaina. I kenningar sono delle frasi poetiche (ma non sempre), usate in sostituzione del nome di una cosa o di una persona. 

Tra i quasi-kenningar più usati in casa Di Franco a Leonforte (EN) ricordo quelli più ricorrenti:

  • tribunale speciale < il sedere tondeggiante di una donna;
  • madonnina del petrolio < una donna che vuole mostrarsi ingenua;
  • polvere di strada < il parmigiano grattugiato, usato con la negazione se noi sperperavamo questo formaggio.

Queste frasi ”poetiche” erano profferite da mio padre nel colorito dialetto siciliano e suscitavano il sorriso degli astanti, spesso compiaciuti o, addirittura, conniventi.