Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Alcune preghiere scritte da Madre Teresa di Calcutta

madre_teresa_calcutta

Preghiera per il lavoro quotidiano

O Signore,
nelle cui mani è la salute,
io mi inginocchio davanti a te
poiché ogni dono buono e perfetto
da te deve provenire.
Ti prego:
concedi abilità alla mia mano
una chiara visione alla mia mente
gentilezza e comprensione al mio cuore.
Concedimi sincerità d’intenti
e la forza di sollevare 
almeno una parte dei fardelli
di questi poveri sofferenti e fiduciosi uomini.
E concedimi di realizzare il compito che mi spetta.
Togli dal mio cuore
ogni colpa e impaccio,
così che, con la fede di un fanciullo,
possa confidare in te.
Amen. 

Preghiera per i musulmani e gli induisti

O Signore,
ti ringrazio per i musulmani e gli induisti.
E per tutti i miei cari amici tra loro.
Ogni volta che ti incontriamo
nella preghiera,
tu ci rendi migliori cristiani,
migliori musulmani,
migliori induisti.

Dà a tutti noi
il dono della fede
per saperti scorgere.
Amen. 


Ringraziamento per la musica e per il canto
Grazie, Signore,
per averci dato il canto:
al tuo cospetto
cogliamo la sua meravigliosa armonia.

Quando canto per te
ti ascolto nel mio stesso canto.
Alleluia.

Grazie, Signore,
per i canti:
e per te che nel canto sei la musica.

Quando canto per te, sei già presente
nella mia capacità di cantare.
Alleluia.

Amen. 


Preghiera per coloro che non sanno pregare

Signore,
aiuta gli uomini e le donne
che vorrebbero pregare,
ma non sanno farlo.

Accetta il loro desiderio di pregare
come una preghiera.
Ascolta il loro silenzio
e incontrali lì nel loro deserto.

Tu hai già guidato la gente
fuori dal deserto,
e hai mostrato loro la terra promessa.
Tu, Signore di tutto l’universo,
Re dei Re.

Amen.

 


Natale (inviatami da misette9)


Asciuga, Bambino Gesù, 

le lacrime dei fanciulli! 
Spingi gli uomini a deporre le armi 
e a stringersi in un universale 
abbraccio di pace! 
Invita i popoli, misericordioso Gesù, 
ad abbattere i muri creati 
dalla miseria e dalla disoccupazione 
dall’ignoranza e dall’indifferenza, 
dalla discriminazione e dall’intolleranza. 
Sei Tu, Divino Bambino di Betlemme, 
che ci salvi, liberandoci dal peccato. 
Sei Tu il vero ed unico Salvatore, 
che l’umanità spesso cerca a tentoni. 
Dio della pace, dono di pace per l’intera umanità, vieni a vivere nel cuore 
di ogni uomo e di ogni famiglia. 
Sii Tu la nostra pace e la nostra gioia!

Amen

Ringraziamento per il sorriso

Signore glorioso,
che hai portato tanta gioia nella mia vita,
io ti ringrazio con il sorriso
quando vedo la ricchezza delle tue benedizioni.

I miei occhi sorridono
quando vedo dar da mangiare ai bambini
che soffrono la fame.

E si apre al sorriso la mia bocca
quando vedo la gente rispondere
alla tua chiamata.
O Signore,
apri la mia bocca e riempila di sorriso.
E noi conosceremo la tua vera essenza
e rideremo cantando le tue lodi.

Grazie
per questo fantastico sorriso gioioso,
Signore.
 

Preghiera per la presenza di Dio

Gesù mio, aiutami
a diffondere la tua fragranza ovunque io vada.
Infondi il tuo spirito nella mia anima e riempila
del tuo amore, affinché penetri nel mio essere
in modo così completo che tutta la mia vita
possa essere soltanto fragranza e amore trasmesso
tramite me e visto in me,
e ogni anima con cui vengo a contatto
possa sentire la tua presenza nella mia anima,
e poi guardare in su
e vedere non più me, ma Gesù.
Resta con me,
e io comincerò a brillare della tua luce.
A brillare per essere una luce per gli altri.
La luce, Gesù mio,
sarà la tua, non verrà da me,
sarà la tua luce che brilla sugli altri attraverso me.
Lascia che ti rivolga le mie preghiere
nel modo che più ami,
spargendo la luce su quelli che mi circondano.
Lasciami predicare senza predicare,
non con le parole, ma con l’esempio.
Con la forza che attrae
e l’influsso di quello che io faccio.
Con la pienezza dell’amore che ho per te
nel mio cuore.

Amen.
 

Preghiera per quando il raccolto va perduto

O Signore,
qui vedi il contadino che ha perso il suo raccolto.
Ha seminato nel suo campo, in campagna
o in ufficio in città,
ha lavorato con i suoi strumenti
nella terra o ad una scrivania,
ma poi è venuto l’autunno
e il raccolto non c’è stato.

Ha perso tutto quello che aveva.
Signore, io ti prego,
dagli nuova semenza
e ancora sole e forza
affinché possa ricominciare.
Poi seminerà e raccoglierà.
Infondi la tua gioia nel suo cuore
affinché canti inni a te
nella gioia e nel dolore
confidando nel tuo amore
e nella tua protezione
e dandoci amore.

Amen.

 

A Maria

O Maria, madre di Gesù
dammi il Tuo cuore,
così bello,
così puro,
così immacolato,
così pieno d’amore
e di umiltà;
rendimi capace di ricevere
Gesù nel Pane della Vita,
amarlo come Lo amasti e
servirlo sotto le povere
spoglie del più povero
tra i poveri.

Amen.

vedi anche:

 

Similar posts